Reggina, si vede la “mano” di Castori: squadra vergognosa! E Breda giustamente si toglie i sassolini dalle scarpe…

993676_410975819031217_925955524_nQuella vista oggi pomeriggio a Latina è stata la Reggina più brutta dell’intera stagione, peggio ancora di venerdì scorso al Granillo contro il Pescara dove tutti pensavamo che avesse toccato il fondo. Neanche nel k.o. di Trapani (4-0) alla 5^ di campionato la squadra era stata così brutta. Una prestazione davvero vergognosa, con una sola occasione nei primi minuti di gioco e poi una gara davvero fastidiosa per tutti i tifosi che dietro agli schermi televisivi ne avranno dette di tutti i colori. 85 minuti rintanati nella propria area di rigore, senza subire gol fino all82° solo per il salvataggio in extremis di Lucioni su Jonathas e poi il gol annullato allo stesso Jonathas, ma anche per la poca concretezza del Latina che è il peggior attacco di tutta la serie B.
Roberto BredaEcco, il Latina: quella di oggi è la rivincita di Breda, lui che a Reggio aveva fatto benissimo ma poi fu esonerato ingiustamente proprio come accaduto ad Atzori due settimane fa. Era 5° in classifica con la Reggina due anni fa, quando fu allontanato e sostituito da Gregucci perchè la società non si accontentava dei playoff, voleva puntare alla promozione diretta e poi rimase anche senza l’accesso agli spareggi! Oggi, giustamente, Breda si toglie giustamente tutti i suoi sassolini dalle scarpe adesso che a Latina sta realizzando il suo calcio e adesso si avvicina ai playoff con la neopromossa squadra pontina, che allena da 9 giornate, 9 partite in cui ha ottenuto 3 vittorie e 6 pareggi subendo soltanto 2 reti. Un ruolino di marcia impressionante. Per quanto riguarda la Reggina, invece, si vede la mano di Castori: la squadra ha avuto un’involuzione incredibile rispetto alla gestione-Atzori in cui invece si vedeva una squadra lottare e giocare a volte anche molto bene (vedi a Varese o con il Novara) e comunque sempre capace di costruire tante occasioni da gol, ma troppo spesso penalizzata dalla sfortuna. In realtà, e lo ribadiamo per l’ennesima volta, Atzori era stato l’unico a dire la verità. Questa Reggina non è una squadra forte, e anzi fa rimpiangere quella dello scorso anno. Il mister di Collepardo l’aveva detto in tempi non sospetti. Oggi un po’ tutti si rendono conto che Baiocco vale due Benassi e che Strasser è peggio di Hetemaj, che Cocco non è neanche un quarto di Comi e che se a centrocampo manca Dall’Oglio (sempre tra i migliori, proprio lui scoperto e lanciato da Atzori) la squadra va in tilt. Rigoni e Sbaffo fanno rimpiangere Castiglia e Bombagi. Che altro aggiungere?