Province, Delrio: “Dalla riforma nessun rischio per il personale”

Graziano Delrio

Graziano Delrio

La riforma che punta ad azzerare la dirigenza politica delle province, come prevede il disegno di legge al vaglio della commissione Affari costituzionali della Camera, ‘‘non comporta per il personale nessun pericolo, nessun rischio contrattuale”. Lo ha assicurato il ministro degli Affari regionali, Graziano Delrio, ai microfoni Rai di Radioanch’io.

”In base al protocollo appena firmato con i sindacati – ha illustrato il ministro – chi nell’ambito delle province si occupa delle competenze di area vasta restera’ nell’ente, gli altri seguiranno le attuali funzioni nei comuni”.

I sindaci che assumeranno parte delle competenze attualmente provinciali lo faranno ‘‘a titolo gratuito”, ha confermato Delrio, ribadendo che studi della Bocconi e della stessa corte dei Conti rilevano che la riforma ”consentirà risparmi sostanziali poiché quando un ente si alleggerisce il processo di efficientamento e’ significativo e le spese di personale e controllo si riducono di oltre la metà”.