Patti (Me): pini abbattuti, il Movimento Città Viva scrive all’Amministrazione comunale

comune pattiIl Movimento Città Viva, nella persona di Max Mannelli, ha scritto all’Amministrazione comunale di Patti, provincia di Messina, in merito all’abbattimento di tre pini sulla strada provinciale 133. Le piante sono state tagliate per alcuni lavori legati alla viabilità. Nella nota la scelta viene definita “scellerata” e il Movimento chiede che, per ogni pino abbattuto, ne vengano piantati almeno altri due, suggerendo all’amministrazione di prestare più cura al verde pubblico, che contribuisce a mantenere l’aria pulita. Ecco la lettera integrale:

Gli alberi sono fonte di vita e di salute, un antico proverbio indiano recitava: «Se si tagliano gli alberi cade il cielo». Ed è una cosa estremamente vera. Dagli alberi otteniamo aria pulita, ossigeno, temperature più fresche. Sono fondamentali, non solo alla nostra vita, ma a quella delle città e dell’intero pianeta. Gli alberi li abbiamo piantati per questi motivi, perché ci danno ombra nei periodi più caldi, ci rinfrescano e purificano l’aria inquinata delle nostre città.

Nel constatare l’abbattimento di 3 pini nella sp 133, dopo l’incrocio con via Papa Giovanni XXIII, per via del rifacimento dello spartitraffico e la rotonda, nell’incrocio citato, ci chiediamo quale motivo ha indotto i nostri amministratori a fare scelte scellerate a discapito del verde e della natura; non sanno forse che gli alberi ci aiutano a rendere più pulita l’aria e più gradevole e maggiormente godibile un luogo, piuttosto che asfalto e cemento? Non possiamo esimerci dall’esprimere una nota di disappunto verso l’amministrazione cittadina per l’abbattimento di alberi che rappresentavano una pagina della nostra storia, considerato che avevano oltre 30 anni di vita.

Nell’augurarci che a fronte di tre alberi abbattuti ne vengano piantati almeno il doppio, chiediamo di tutelare e aumentare gli alberi in area urbana ponendo anche attenzione ai programmi di potatura, applicando la legge nazionale che prevede un albero per ogni bambino che nasce.

Per il movimento città viva
Max Mannelli

dopo il trattamento