Palermo, testamento Agnese Borsellino: si aspetta verità

images“Non cerco vendetta,voglio sapere perché è morto il mio Paolo. Non importa quanto ci vorrà”. Ma “è importante” che gli “italiani sappiano”. Sapeva di avere un terribile male, ma non ha mai rinunciato a guardare avanti: Agnese Borsellino morta in maggio ha voluto lasciare un lungo racconto della sua vita accanto al marito. E’ diventato un libro (Feltrinelli).C’è anche una telefonata di Cossiga.”Mi disse ‘via d’Amelio è stata da colpo di Stato’.E mise giù.La sua voce non la dimenticherò mai”.