Palermo, rubano tonnellate di ferro da un cantiere: 2 arresti

ferroDa oltre un mese si susseguivano pesanti furti nei cantieri stradali dell’ANAS per il rifacimento dello svincolo di Castronovo di Sicilia, in provincia di Palermo, che si sviluppa per più di due chilometri lungo la SS189. Nei cantieri ormai fermi dalla scorsa estate, complice la cronica mancanza di fondi per il completamento, a più riprese erano stati trafugati migliaia di chili di ferro, accatastati in attesa della ripresa dei lavori dalle ditte appaltate. In questo contesto i carabinieri ieri sera hanno arrestato per furto aggravato in flagranza due pregiudicati di Agrigento. In manette sono finiti Giovanni Marino, di 56 anni, e Giuseppe Pardi, di 30 anni. I due sono stati arrestati dopo aver caricato di materiale ferroso il camion su cui si muovevano e si accingevano ad uscire dal cantiere. Sul mezzo erano stati accatastate ben 8 tonnellate di tondini in ferro, utilizzate nelle costruzioni di cemento armato, senza i quali anche la sola speranza di proseguire in futuro i lavori di rifacimento dello svincolo, sarebbe stata vana, considerato l’ingente danno causato. Poche ore dopo, in un terreno di proprietà di uno dei due, sono stati rinvenute altre 2 tonnellate di materiale edile in ferro provento di furto. In un container, inoltre, i militari hanno trovato 60 chilogrammi di cavi in rame, tra l’altro già ripulito dalla guaina, sicuro provento di altri furti, pronto per essere rivenduto. Il tutto è stato posto sotto sequestro. Dopo la convalida degli arresti, per i due sono stati disposti i domicliari. Il ferro rubato ammonta a 10 tonnellate per un valore complessivo di circa 40mila euro.