Palermo, arresti dipendenti regionali: Currao ammette le sue colpe

CURRAO-EMANUELE-2-460x415Emanuele Currao, il dirigente della Regione siciliana arrestato ieri nell’operazione ‘Iban’ insieme con altri 12 dipendenti regionali e due imprenditori, nel corso dell’interrogatorio davanti al gip Ettorina Contino ha ammesso i fatti che gli vengono contestati dalla Procura. Currao, secondo l’accusa, avrebbe dirottato migliaia di euro sul proprio conto corrente e su quello di altre persone. E’ stato interrogato anche l’imprenditore Mario Avara che ha spiegato al gip di avere denunciato lo scorso luglio Currao. Lunedì prossimo verranno invece interrogati gli altri 13 arrestati che sono ai domiciliari.