‘Ndrangheta, operazione “Sipario”: 12 arresti a Melito di Porto Salvo, colpita la cosca Iamonte

arresto-con-manette

Alle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 12 soggetti, appartenenti e contigui alla ‘ndrangheta nella sua articolazione territoriale denominata cosca “IAMONTE”, operante a Melito di Porto Salvo (RC) e territori limitrofi, responsabili a vario titolo di:

  • associazione di tipo mafioso (art. 416 bis commi l, 2, 3, 4, 5 e 6 c.p.);
  • concorso in illecita concorrenza con minaccia o violenza, aggravata dall’aver favorito un sodalizio di tipo mafioso (artt. 81 cpv., 110 e 513 bis co. I e II c.p. e art. 7 l. n. 203/91);
  • concorso in turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e falsità materiale commessa dal P.U. in atti pubblici, aggravati dall’aver favorito un sodalizio di tipo mafioso (artt. 110, 81 cpv., 353 co. 2, 323 e 476 c.p. e art. 7 l. n. 203/91).

Maggiori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa, che sarà tenuta alle ore 10.30, presso il Comando Provinciale di Reggio Calabria, dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Federico Cafiero de Raho.