‘Ndrangheta, arresto Lo Giudice. Di Landro: “spero riusciremo a fargli dire la verità”

ANM-DiLandroSono contentissimo e spero che si riesca a fargli dire la verita’, rimuovendo le ridicole giustificazioni rese in passato in ordine agli attentati alla mia persona”. Lo ha detto all’ANSA il Procuratore generale di Reggio Calabria, Salvatore Di Landro, in relazione all’arresto dell’ex pentito Nino Lo Giudice. ”Sarebbe opportuno soprattutto chiedergli – ha aggiunto – come mai, se egli era l’autore dei due attentati contro di me e quindi portatore di una forte volonta’ malevola di colpirmi, nelle migliaia di intercettazioni riguardanti lui, suo fratello Luciano e altri del suo entourage, pur imprecando contro vari soggetti, mai, dico mai, Lo Giudice ha fatto riferimento a me o alla mia condotta”. ”Io per i Lo Giudice – e’ la conclusione del pg Di Landro – e’ come se non fossi mai esistito. E allora come si giustifica tanto accanimento cosi’ pervicace ed aggressivo nei miei confronti?”.