Messina, zona Falcata: pronto il nuovo accordo con la Regione, manca solo la firma di Crocetta

Messina- Madonnina del Porto- zona falcataUn nuovo accordo per la zona Falcata di Messina. Un accordo che stavolta prevede anche il coinvolgimento del Comune, dell’Agenzia del Demanio e della Capitaneria di porto. Manca solo l’approvazione della Regione Siciliana, e quindi del presidente Rosario Crocetta. Nella nuova intesa è prevista l’istituzione di una cabina di regia con l’Autorità portuale in prima linea, con la Regione come principale punto di riferimento. Il progetto prevede un’opera di risanamento e valorizzazione della zona Falcata, di concerto con il nuovo Piano regolatore del porto, il quale era stato approvato già da qualche anno, ma mai attuato a causa dei contrasti tra Stato e Regione e tra Autorità Portuale ed Ente Autonomo. Il piano regolatore del porto, che potrà comunque essere rivisto, si basa principalmente sul potenziamento delle attività produttive e sullo sviluppo del territorio rilanciando la cantieristica navale. Progetti all’interno dei quali non si intende trascurare la riqualificazione ambientale e il recupero dei beni paesaggistici, culturali e monumentali presenti nella zona Falcata. Un altro obiettivo è infine quello di creare attività che rendano possibile la fruizione pubblica della Falce, soprattutto a fini turistici.