Messina-Melfi termina 2-2: pareggio amaro per i giallorossi, in 10 uomini per 65 minuti

20131116_154416Pareggio amaro per il Messina fermato in casa dal Melfi sul risultato di 2-2. Giallorossi furibondi con il direttore di gara Livio Marinelli che si è rivelato vero protagonista del match per diverse decisioni discutibili.

Parte forte il Messina sin dai primi minuti di gioco collezionando diverse palle gol con Chiaria, Guerriera e Gherardi, trovando di fronte le grandi parate dell’estremo difensore dei lucani, Giordano. La gara sembra incanalarsi nel migliore dei modi per il Messina fino a quando al 34′esimo Simonetti per una scivolata in ritardo al centro del campo rimedia un rosso diretto (nell’occasione espulso per proteste il Ds, Ferrigno) . Gli ultimi 10 minuti di gioco del primo tempo si chiudono con i fischi e le contestazioni di supporters peloritani all’indirizzo dell’arbitro Marinelli contestato per l’espulsione di Simonetti e altri falli (conditi da cartellini gialli) fischiati al Messina.

Nella ripresa il Messina scende in campo con le motivazioni giuste e riesce subito a mettere sotto gli avversari. Dopo appena 620131116_154412 minuti della ripresa arriva il meritato vantaggio: lancio di Bucolo per Guerriera che a tu per tu con Giordano non sbaglia e insacca la rete dell’1-0. Sembra essere la riscossa per il Messina che invece subisce l’uno-due micidiale del Melfi che agguanta il pari grazie al gol di Ricciardo al 60′esimo minuto, e tre minuti più tardi va addirittura in vantaggio con Cruz (appena entrato).

Il tecnico giallorosso, Gaetano Catalano decide di far entrare Corona per tentare di rimettere recuperare il risultato. Lo sforzo offensivo dei padroni di casa raccoglie i suoi frutti al 74′esimo quando Chiaria elude l’intervento in copertura della difesa e insacca sul secondo palo alle spalle dell’estremo difensore gialloverde. Nel quarto d’ora successivo gli attacchi del Messina, nonostante le giocate di un Giorgio Corona in grande spolvero, non riescono ad essere proficue e il risultato rimane fermo sul 2-2. Ma non senza emozioni: al 96′ da un corner nasce un’azione pericolosa dei giallorossi che prendono una traversa, nell’occasione tocco di mano di Ignoffo (già ammonito) che rimedia il secondo cartellino giallo, e dunque, l’espulsione.

Il Messina, che non vince in casa da 2 mesi, termina in nove un match pieno di emozioni ma poco proficuo sotto il profilo dei risultati per una classifica che si fa sempre più preoccupante.