Messina, le vie del centro a misura d’uomo: il IV Quartiere propone l’istituzione delle aree pedonali ?Cairoli? e ?Zancle?

via dei milleIl Consiglio della IV Circoscrizione, nella seduta dello scorso 20 Novembre, ha adottato a maggioranza assoluta la delibera n°26 ?Proposte per la rimodulazione della ZTL ed estensione del divieto di accesso agli autoveicoli e per l’istituzione di due aree pedonali permanenti: Cairoli e Zancle?. Si tratta di un’idea rivoluzionaria che stravolgerebbe la abitudini dei messinesi scoraggiando l’utilizzo dell’autovettura privata, a favore del mezzo pubblico, di quello ecologico, realizzando una smart city a misura di cittadino.

Nello specifico, gli spazi pedonali sarebbero due: l’area Storica ?dal Duomo fino a Palazzo Zanca e denominarla ?Zancle? (area inclusa tra Via San Camillo, Via Cavour, Via I Settembre, Via Cesare Battisti e Via Garibaldi)?; e l’area commerciale ?compresa tra Via G. Bruno, via T.Cannizzaro (esclusa) Via Dei Mille e via Nino Bixio (esclusa), includendo quindi piazza Cairoli e il Viale San Martino e denominarla ?Cairoli?. Per quanto riguarda l’area commerciale dato l’imponente traffico nelle vie interessate l’arteria di via Maddalena sarebbe esclusa dall’area pedonale e dalla ZTL per consentire il transito veicolare monte-mare, viceversa la Via Nino Bixio, esclusa anch’essa, consentirebbe il passaggio mare-monte attraverso la linea tranviaria.

E’ chiaro che tale proposta possa concretizzarsi solo nel momento in cui sarà parallelamente reso ottimale e continuativo il servizio pubblico di ?trasporto a pettine?, che colleghi la linea tranviaria lungo gli assi dei torrenti alle colline e ai villaggi, disincentivando l’uso delle autovetture private e, nel caso contrario, ?costringendo? e ?agevolando? i cittadini a posteggiare al Cavallotti, nel pozzo di via La Farina, nel nuovo parcheggio di Villa Dante, prevedendo inoltre l’apertura dello spazio di Via S.Cecilia bassa, nell’area RFI dell’ex piccola velocità.