Messina: l’amministrazione Accorinti a fianco del procuratore Nino Di Matteo

accorintiIl sindaco, Renato Accorinti, ha espresso solidarietà, anche a nome di tutta l’Amministrazione comunale, al procuratore Di Matteo sottolineando che “la migliore scorta a difesa della vita dei magistrati rimane la mobilitazione popolare. Questa Amministrazione trova di inaudita gravità la fuga di notizie sullo ‘sfogo’ del boss Totò Riina detenuto al 41 bis e intercettato in carcere durante un colloquio con un altro detenuto in cui inveiva contro i magistrati che lo farebbero ‘impazzire’ per le loro inchieste. E’ indispensabile che lo Stato tuteli con tutti i mezzi possibili i magistrati gravemente minacciati da chi ancora è indiscutibilmente a capo della mafia, e impegnati nella ricerca di una verità scomoda su uno dei fatti più oscuri della storia di questo Paese, la trattativa tra Stato e mafia. La nostra massima solidarietà e vicinanza va a questi servitori dello Stato, al procuratore Nino Di Matteo e ai suoi colleghi che non andranno mai lasciati soli. La migliore scorta a difesa della vita dei magistrati rimane la mobilitazione popolare”.