Messina, Addiopizzo: la Vara ‘a giudizio’ per le intimidazioni subite dal comitato, iniziato oggi il processo

vara 2Si è aperto oggi il processo per la vicenda delle intimidazioni subite da alcuni membri del comitato Addiopizzo, il 14 agosto 2012, alla vigilia dei festeggiamenti della Vara.

Oggetto dell’aggressione alcuni volantini distribuiti da alcuni componenti di Addiopizzo raffiguranti la macchina votiva con su scritto “Maria libera Messina dal pizzo e dalla Mafia”. Non solo i volantini furono strappati, ma i ragazzi del comitato furono vittima di ingiurie e addirittura di un pedinamento da parte di alcune persone che li seguirono in sella a degli scooter fin dentro un bar di via Garibaldi. Per quell’episodio furono disposte due ordinanze di custodia cautelare due persone: Francesco Molonia e Francesco Celona, accusati di ingiurie, furto aggravato, violenza privata e danneggiamento. Inoltre Molonia avrebbe esordito con “Non puoi fare volantinaggio sulla Vara! La Vara é mia!”, espressioni seguite poi dalle sopracitate intimidazioni.

Il comitato Addipizzo si è costituito parte civile nel processo, e ringraziano tutti coloro che hanno espresso solidarietà e vicinanza per il vile atto.