Messina: incidente mortale A18 del 19 novembre, sotto indagine 4 dirigenti CAS

autostradaQuattro dirigenti del Consorzio Autostrade Siciliane sono sotto indagine per la morte di Massimo Sardiello, il camionista tarantino di 47 anni morto il 19 novembre scorso sull’autostrada A18 Messina-Catania, dopo che il suo tir, per il forte vento, era finito fuori strada.

Gli indagati sono Rosario Faraci, presidente del CAS; Gaspare Sceusa, direttore tecnico e di esercizio; Letterio Frisone, dirigente dei servizi tecnici; Antonino Spitaleri, responsabile dell’assistenza e sicurezza al traffico dell’autostrada A18 Messina- Catania.

I quattro sono indagati come “atto dovuto”, e al momento non vi sono accuse nei loro confronti. Le indagini sono affidate al sostituto procuratore Margherita Brunelli, mentre la perizia tecnica per ricostruire l’incidente è stata affidata all’ingegner Santi Mangano.

Sardiello stava viaggiando, poco prima delle 6 del mattino, in direzione Messina. A circa un chilometro dallo svincolo però una fortissima raffica di vento lo spinse fuori strada, facendogli sfondare con la motrice le barriere di protezione. La corsa del mezzo finì a ridosso dei binari della linea ferroviaria. Sardiello fu immediatamente soccorso e trasportato al Policlinico di Messina, ma le ferite risultarono troppo gravi, e l’uomo morì poche ore dopo.