Messina: il consigliere Santoro (Pdl) chiede la potatura dei pioppi dei rione CEP

DSC00450Di seguito l’interrogazione del consigliere comunale Rosario Santoro (Pdl), che chiede la potatura dei pioppi piantumanti nel rione CEP. Tali alberi infatti, non adatti al clima meridionale, sono cresciuti senza controllo e presentano vari rami pericolanti che rischiano di cadere. Ecco l’interrogazione del consigliere:

Premesso che nella via Filippo Rovigo al rione CEP esiste  una aiuola divisoria della sede stradale dove sono stati piantumati sette alberi della famiglia dei pioppi che risultano non essere potati da diversi anni, tanto è che le folte chiame ed i tronchi raggiungono altezze vertiginose   oltre 12 metri ed  alcuni esemplari superano l’altezza degli stabili addirittura i secondi e terzi livelli fuori terra, un albero più giovane presenta una larga feritoia che lo indebolisce tanto da renderlo a pericolo di schianto in caso di forti calamità naturali, inoltre lungo la via dei Gelsomini che conduce alla scuola A.M. di Francia del CEP vi sono   una trentina di pioppi che sorgono lungo la via  per circa duecento metri di sede stradale che presentano anch’essi dimensioni notevoli e quindi necessitano di potatura, inoltre in via Missionari Comboniani nella villetta sovrastante vi è la presenza di un grosso ramo d’albero che risulta spezzato e potrebbe cadere sulle auto parcheggiate lungo la stessa via.                                        

Considerato che la giusta piantumazione di alberi  nel rione CEP avrebbe dovuto essere costituita da essenze quali l’arancio amaro o qualità di alberi similari adatti ai luoghi e per giunta con una limitata manutenzione e rare potature, e quindi che a monte di questa problematica vi è la scelta errata delle vecchie amministrazioni  comunali che scelsero la piantumazione di queste essenze arboree non adatte al clima locale visto che tali tipi di albero sono piantati lungo i corsi  dei  fiumi del nord Italia in zone umide e ripariali  ma non certamente  nelle zone  del sud che presentano un clima molto secco e caldo, peraltro questi pioppi nel periodo primaverile producono una soffice peluria bianca  che si deposita per terra così da assumere la parvenza di una nevicata, ciò genera una sensibile recrudescenza di malattie di tipo allergico fra gli abitanti delle vie attigue  ma anche dal resto degli abitanti del  luogo che più volte hanno espresso lamentele nei confronti dei i consiglieri e presso i   locali della sede circoscrizionale, alcuni  cittadini hanno presentato anche dei certificati medici che pare che non siano stati presi in grande considerazione da parte  dell’amministrazione attiva di palazzo Zanca.

Vista la composizione attuale dell’organico degli impiegati del comune di Messina che vedono nel suo interno un solo giardiniere  non esistendo  neppure la figura professionale dell’agronomo,  infatti l’assessore pare debba assumere per un periodo limitato  un tecnico esterno che dovrà  curare l’aspetto riguardo il tema  della potature dei  numerosi alberi che sono presenti nel territorio comunale, il sottoscritto consigliere interroga l’assessore preposto alle politiche ambientali per conoscere le sue  intenzioni in merito da  provvedere nei tempi tecnici stabiliti dagli esperti che in genere si identificano nel periodo  a cominciare da questo inizio autunno fino a fine inverno degli  alberi di pioppo esistenti nelle vie Rovigo, Missionari Comboniani e Gelsomini del rione CEP.