Messina: il 30 novembre convegno “Io e l’ambiente”, organizzato dal “Centro Studi Diodoro”

conferenzaIl “Centro Studi Diodoro” di Messina ha presentato questa mattina il convegno, che si terrà sabato 30 novembre, dal titolo “Io e l’ambiente”. L’ambiente è la più grande risorsa di cui l’uomo dispone, ed è un dovere di tutti proteggerlo e salvaguardarlo, viene affermato nella presentazione del convegno. Lo scopo dell’evento è quello di tenere alta l’attenzione sull’argomento, oggi particolarmente attuale anche a causa dei recenti disastri ambientali causati dai cambiamenti climatici e da quanto sta succedendo nella “Terra dei fuochi”.

Non solo discussioni, ma anche proposte pratiche. Nel corso del convegno infatti si discuterà di nuovi e concreti sistemi di riciclaggio virtuoso dei rifiuti prodotti in casa, con potenziali vantaggi materiali per le tasche dei cittadini. Al convegno del 30 novembre, che si terrà a partire dalle 9.00 al Salone della Borsa, alla Camera di Commercio di Messina, interverranno il professor Antonio Senni, biologo e nutrizionista e attuale commissario straordinario per la mitigazione del dissesto idrogeologico nella Regione Marche; il professor Maurizio Lanfranchi, docente di economia ed estimo rurale presso l’Università di Messina; Marco Torchio, presidente di KEO project; Salvatore Giacobbe, biologo marino e professore di ecologia, ecologia marina ed ecologia ambientale all’Università di Messina; la professoressa Rossella Maria Picone, responsabile dell’Orto Botanico “Pietro Castelli” dell’Università di Messina; Ettore Lombardo, dirigente tecnico responsabile “Riserve ed aree protette” della Regione Siciliana.

A concludere i lavori sarà Maria Lo Bello, assessore regionale Territorio ed Ambiente. A presiedere i lavori il presidente dell’associazione culturale “Centro Studi Diodoro”, Antonio Brancato, che ha dichiarato: “Rispettare l’ambiente è un obbligo morale. Dobbiamo immaginare la città come un prodotto vendibile ai turisti. Dobbiamo immaginare la città come casa nostra, come una sua parte, e mantenerla pulita. Si tratta di senso civico. Al convegno parteciperanno gli alunni delle scuole “Antonello” e “Nautico”. Ragazzi e bambini sono fondamentali, perché possono redarguire e stimolare i genitori ad avere rispetto per la propria città e a non sporcarla“.