Messina: il 26 novembre sarà discusso bilancio previsionale 2013. Il Comune congela le spese

palazzo zancaIn attesa del piano tariffario della Tares, il prossimo martedì la giunta comunale sarà chiamata a discutere il bilancio previsionale dell’anno 2013. La notizia è stata confermata dal vicesindaco e assessore al bilancio Guido Signorino.
Nel frattempo, in seguito ad una ferrea spending review si è riusciti a raggiungere il pareggio tra entrate ed uscite, ma a tutti gli uffici comunali sono state date precise indicazioni di non assumere per il momento nuovi impegni economici. Ovvero, rubinetti rigorosamente chiusi.
Terminato il previsionale 2013 dovrà essere redatto il piano di riequilibrio che delineerà l’effettiva situazione debitoria dell’Ente: oltre 100 milioni di euro accertati, ai quali vanno aggiunti i debiti (attualmente in fase di verifica) riguardanti le partecipate Amam, Ato3, MessinaAmbiente e Atm, che rischiano di rendere ancor più complesso il virtuoso processo di “bonifica dei conti comunali”.