Messina, Gioveni: “La seconda ordinanza anti-tir compie 1 mese, ma va rivista: se ne emetta una terza!!!”

Libero GioveniDi seguito la nota diffusa dal consigliere comunale Libero Gioveni E’ trascorso esattamente 1 mese dalla seconda ordinanza anti-tir (in sostituzione della n. 488 emessa due giorni prima) e il consigliere comunale Libero Gioveni, alla luce della continua presenza dei mezzi pesanti in parecchie ore del giorno e soprattutto della notte in molte arterie principali (quali il viale Boccetta, la S.S. 114, il viale Europa e la via La Farina), ha richiesto la convocazione urgente in Commissione Viabilità dell’assessore al ramo Gaetano Cacciola e del Dirigente Mario Pizzino per fare il punto della situazione e chiedere soprattutto di riaffidare la gestione delle deroghe all’ordinanza nuovamente alla Polizia Municipale.

Gioveni ricorda che era stato lo stesso Sindaco Accorinti a promettere che avrebbe vigilato sul rispetto, da parte degli armatori, delle indicazioni stabilite nell’ordinanza, ma i FATTI stanno dimostrando (ci sono miriadi di foto che lo testimoniano) che questa ordinanza va assolutamente rivista e che non si può non considerare in questa vicenda l’evidente conflitto di interessi da parte delle compagnie di navigazione!

Il consigliere, pur apprezzando gli sforzi di questa Amministrazione nel tentativo di portare poi con l’auspicabile completamento del secondo scivolo di Tremestieri il 100% del traffico gommato pesante fuori dalla città, lamenta l’assenza di discontinuità col passato sull’affidamento del potere di concessione delle deroghe ed è per questo che, anche alla luce della troppa “elasticità” riscontrata sulla sponda calabra da parte del Comune di Villa San Giovanni, ritiene che delle modifiche vadano immediatamente apportate!

La convocazione in Commissione Viabilità – prosegue Gioveni – deve servire inoltre a fare definitivamente chiarezza sui dati, spesso discordanti, delle corse giornaliere delle navi da parte di Polizia Municipale e Capitaneria di porto, che chiaramente influiscono anche sulla gestione delle stesse deroghe all’ordinanza.

L’esponente Udc, infine, alla luce anche dell’impiego di ben 24 agenti giornalieri della Polizia Municipale negli approdi (sottratti inevitabilmente alla viabilità cittadina), rimarca anche la totale indifferenza e l’assoluto immobilismo da parte della giunta Accorinti sulla possibile esecutività dell’importante delibera di indirizzo votata il primo ottobre scorso dal Consiglio Comunale in merito alla possibile assunzione per 24 mesi dei 32 agenti dell’ultimo concorso con l’impiego dei fondi ecopass e dei proventi dell’art. 208 del codice della strada.

Insomma – conclude Gioveni – il silenzio calato troppo in fretta su un’ordinanza epocale per la città non fa certo bene, soprattutto se si pensa che i tir continuano a circolare indisturbati fra le vie del centro, con la vivibilità e soprattutto la sicurezza dei messinesi ogni giorno fortemente compromesse!