Messina: domani Consiglio Comunale in diretta streaming. Barrile: “risposta a desiderio partecipazione”

streamingCon la diretta video in streaming della seduta del Consiglio Comunale di Messina si dà “immediata risposta al desiderio di partecipazione che viene dalla cittadinanza“. Ad affermarlo in una nota il presidente del Consiglio Emilia Barrile inviata al primo cittadino Renato Accorinti e al segretario generale Antonio Le Donne.

La Barrile puntualizza comunque alcuni aspetti tecnici legati alla diretta: “Sono consapevole che il servizio offerto attualmente non sia eccellente (la prova effettuata ha un ottimo audio, una qualità video media e manca la visibilità piena dell’aula) ma, ritengo opportuno, date le condizioni economiche del nostro comune, procedere per gradualità, migliorando la diretta con un impegno economico che risponda alla reale richiesta dei cittadini“.

barrile emiliaIl presidente aggiunge quindi che si partirà con un servizio “a costo zero“, con i mezzi già a disposizione del Comune, utilizzando la piattaforma LiveStream e affidando la gestione della diretta al personale CED. Successivamente si sostituirà l’apparecchio che cattura le immagini con una telecamera a grandangolo, per capire se sia sufficiente questa spesa ridotta (poche centinaia di euro) per rendere i live del Consiglio più che soddisfacenti.

A partire dal prossimo Consiglio – conclude la Barrile – valuteremo quindi il numero di utenti che seguiranno nei prossimi mesi la diretta streaming e sarà questo dato effettivo che ci dirà quanto e se investire maggiormente nel 2014 per questo servizio alla città“.

La prima diretta sarà già domani, martedì 26 novembre, a partire dalle ore 18.00. Per collegarsi allo streaming bisognerà utilizzare il link che verrà pubblicato sulla home page del sito del Comune di Messina (www.comune.messina.it). Nella prima “storica” diretta verranno discusse 18 proposte deliberative e 5 ordini del giorno.

consiglio-comunale-messinaTra i provvedimenti da discutere figurano l’atto di indirizzo sul fenomeno del femminicidio; l’adesione e la partecipazione all’iniziativa “posto occupato”; nomina del garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza; costituzione commissione speciale di inchiesta sul ciclo dei rifiuti dall’anno 2005 ad oggi; regolamento sull’accesso agli atti amministrativi dei dipartimenti attività edilizia e repressione abusivismo, pianificazione urbanistica, unità di progetto sistema informativo territoriale comunale; adesione strategica internazionale “rifiuti zero”.

Gli ordini del giorno sono la nomina del garante dei diritti per l’infanzia e l’adolescenza; la proposta di convenzione con l’Azienda foreste demaniali per la manutenzione del verde pubblico; la proposta di un nuovo regolamento degli asili nido comunali; la realizzazione di una struttura balneare attrezzata per soggetti diversamente abili; la devoluzione del 10 per cento del gettone di presenza, relativo al mese di dicembre, di ogni singolo consigliere comunale a favore di associazioni di solidarietà e beneficenza.