Messina-Cosenza: ripartire da qui! Nel big-match con i “lupi” giallorossi a caccia della svolta

Curva Sud in Messina-Cosenza 21 aprile 2013

Curva Sud in Messina-Cosenza 21 aprile 2013

Fin dal 9 agosto scorso (data in cui sono stati ufficializzati i calendari di Lega Pro) il match più atteso dai tifosi biancoscudati è sempre stato Messina – Cosenza, 10° giornata.

Il momento è arrivato, ma, ahinoi, non come ci aspettavamo. I “lupi” antagonisti del Messina nello scorso campionato di Serie D, dopo il ripescaggio maturato nelle ultime settimane di luglio, hanno disputato un inizio di torneo perfetto e adesso comandano la classifica con 20 punti. Penultimi in classifica e con un magro bottino di soli 8 punti i peloritani stanno attraversando una profonda crisi di risultati e si presentano al big-match con i calabresi con 12 lunghezze di distacco.

I segnali di risveglio del Messina, sia in casa col Poggibonsi che in trasferta a Chieti, non hanno purtroppo determinato una vittoria che manca dall’ormai lontano 15 settembre (1-0 contro l’Arzanese al S.Filippo).

Domani contro il Cosenza, storica rivale, sarà tutta un’altra cosa. In partite come questa, così cariche di attesa e adrenalina già dal lunedì, tutto si azzera. Per 90 minuti la classifica non conterà più nulla.lomonacopietro

E’ dello stesso avviso il patron Pietro Lo Monaco che stamani in conferenza stampa – come riportato dal quotidiano messinachannel.it – ha presentato così la vigilia di Messina-Cosenza: “guardando la classifica il match di domani sembrerebbe un confronto impari, non è così: siamo consapevoli della nostra forza, abbiamo avuto delle difficoltà, ma siamo pronti a superarle e conquistare l’obiettivo prefissato ad inizio stagione. L’unica differenza tra Cosenza e Messina è l’aspetto psicologico”.

Non si è sottoposto alle domande dei giornalisti il mister, Gaetano Catalano, che come tutto il resto della squadra e staff tecnico ha preferito proseguire il silenzio stampa iniziato dopo il secco 3-0 rimediato interno contro il Foggia. Dunque, allenatore e calciatori “blindati” per tenere alta la concentrazione preparare al meglio quella che sicuramente è la partita più importante del torneo, poiché crocevia determinante per il proseguo dello stesso.

Il tecnico di Massa S.Giovanni schiererà il Messina con l’ormai consueto e collaudato 3-5-2. Tornano disponibili il centrale Silvestri (che ha scontato un turno di squalifica) e l’esterno Bolzan (che ha completamente smaltito l’infortunio che l’aveva tenuto fuori dal campo in questi ultime gare). Davanti a Lagomarsini il trio difensivo probabilmente sarà composto da Ignoffo, Cucinotta e il giovane Silvestri. A centrocampo insieme a Guadalupi e Bucolo potrebbero trovare conferma i due argentini Scoponi e Piovi insieme al giovane Guerriera, ma la recenti prestazioni positive di Quintoni e Costa Ferriera potrebbero tramutarsi in un posto da titolare per almeno uno dei due esterni, mentre è da escludere l’impiego di Maiorano che sta pian piano recuperando la forma migliore dopo l’infortunio. In attacco pochi dubbi, si va verso il tandem Corona-Chiaria.