Messina, Cacciotto: “L’A.T.M. un morto che cammina. Seriamente compromesso il diritto allo studio dei bambini di Camaro S. Paolo e Messina 2″

Alessandro-Cacciotto-Di seguito il testo integrale di una nota inoltrata da Alessandro Cacciotto al Sindaco Renato Accorinti, all’ Assessore Viabilità e Trasporti Gaetano Cacciola, al Commissario ATM Domenico Manna e al  Responsabile Servizio Gommato Salvatore Orlando:

Il sottoscritto consigliere della Terza Circoscrizione avv. Alessandro Cacciotto, inoltra la presente al fine di significare quanto segue.

Vorremmo seriamente parlare di altro ma, sinceramente, non è possibile disconoscere i cronici problemi della città.

L’Amministrazione targata Accorinti, nella persona dell’Assessore competente e la stessa ATM, avevano purtroppo  (stiamo parlando di poche settimane fa) “illuso” la città, con la messa in strada di un numero di autobus più o meno decoroso (ma sempre assai insufficiente) rispetto al passato. Pensare che nel periodo estivo si assisteva alla presenza dell’autobus notturno lungo la litoranea e che oggi invece molti bambini (e non solo) non hanno neanche la possibilità di andare a scuola poiché molti autobus sono nuovamente KO!!

Già, molti ragazzini della zona di Camaro S. Paolo e di Messina 2, negli ultimissimi giorni hanno dovuto rinunciare alla scuola per l’assenza dell’unico autobus di linea, il 39.

Il diritto allo studio è compromesso seriamente ed oltre il mancato servizio, la beffa! Pare infatti che l’autobus in questione non abbia orari!

L’ATM ha suggerito inizialmente a qualche mamma di sincerarsi la mattina alle 6:30(!!!!) per sapere se l’autobus sarebbe stato garantito; ma quasi sempre la risposta mattutina è stata la stessa: “il 39 non parte”!!! Parrebbe poi, a detta dei residenti, che fuori dagli orari scolastici l’autobus 39 farebbe qualche corsa, scorrazzando il più delle volte vuoto o con pochissime persone a bordo. Insomma una situazione da QUARTO MONDO!!!

La cronica mancanza di autobus così come l’incertezza quotidiana delle corse, sta seriamente (ma questa non è una novità) compromettendo la vita dei cittadini.

Non tutti hanno la possibilità di avere una macchina per muoversi, né tantomeno si può ancora continuare in questo modo ledendo giornalmente i diritti e la dignità della collettività.

Si parla ultimamente di isole pedonali, giorni addietro in pompa magna era stato lanciato il progetto del collegamento a pettine, domani sarà inaugurato il parcheggio ZAERA SUD che prevede interscambi di mobilità ma, una cosa è certa e sacrosanta: l’ATM è un MORTO CHE CAMMINA!!!

Per questo, l’odierno scrivente si rivolge alle SS. LL. in indirizzo affinché, in un momento tragico e disarmante (la mamma costretta a chiamare la mattina alle 6:30) si attivino, ciascuna per la parte di propria competenza, per garantire ai residenti dei villaggi di Camaro S. Paolo e Messina 2, il trasporto pubblico soprattutto negli orari di entrata ed uscita dalle scuole.