Messina: atto incendiario contro impresa di costruzioni

Ance SiciliaL’Ance Sicilia ha espresso solidarietà all’impresa messinese Ricciardello costruzioni, vittima nei giorni scorsi di un attentato incendiario, in un cantiere per il completamento della Ss 626 Caltanissetta-Gela. L’Associazione auspica che le indagini, affidate ai carabinieri, facciano al più presto luce sugli autori e sui mandanti del gesto che ha distrutto un escavatore e sabotato un secondo mezzo. “Fatti gravi come questo non devono più accadere – ha detto il presidente di Ance Sicilia, Salvo Ferlito – . Non è concepibile che, oltre ai costi della crisi, chi fa impresa debba subire anche danneggiamenti di questo tipo e vivere con i propri dipendenti in un clima di tensione e di preoccupazione”. “Le imprese edili – ha concluso Ferlito – devono resistere ad ogni forma di pressione illecita, ma devono contestualmente ricevere la più ampia tutela da parte delle istituzioni, soprattutto quando operano esponendosi ai rischi in contrade isolate come questa. E’ anche in tal senso che si muove l’iniziativa di Ance Sicilia, avviata dopo l’incontro a Catania con il presidente della Fai, Tano Grasso, di sostenere Confindustria Sicilia nell’apertura di sportelli della Federazione antiracket italiana presso le sedi provinciali”.