Messina, Atm: a rischio gli stipendi, dipendenti sul piede di guerra

atm-ufficiNuove grane per l’Azienda trasporti di Messina che ancora una volta deve fare i conti con un’esigua disponibilità economica. Oltre alle emergenze strutturali e nonostante l’impegno del commissario Domenico Manna il vero problema dell’azienda di via La Farina è principalmente finanziario.

La delibera di liquidazione di un milione e 400mila euro mensili che il Comune elargisce periodicamente al servizio di trasporto pubblico locale non è ancora stata emessa. Non una cifra importante ma necessaria a garantire per lo meno il versamento degli stipendi. Purtroppo in questo mese non è stato preso alcun provvedimento dal Comune, e i dipendenti sono sul piede di guerra non avendo ricevuto alcuna notizia a riguardo.

A tenere in sospeso la delibera di liquidazione pare vi sia un’ingiunzione dell’lmpresa Francesco Ventura Costruzioni Ferroviarie srl, che per l’Atm si occupa di manutenzione tranviaria. La società, attraverso il proprio legale, ha inviato una nota con la quale si intima il Comune al versamento di un milione e 200mila euro per onorare i debiti contratti dall’Atm.

La ditta Ventura nei mesi scorsi aveva avviato un’azione di pignoramento nei confronti dell’Atm per riuscire a recuperare i crediti vantati, ma il tutto si era appianato attraverso un accordo con il Comune, che per conto dell’azienda trasporti cittadina avrebbe dovuto versare 200mila euro subito e ulteriori 200mila entro 60 giorni. La Ventura, non avendo ricevuto il pagamento della seconda tranche, ha riemesso l’atto di pignoramento che blocca qualsiasi trasferimento di denaro nelle casse dell’Atm e a sua volta il Comune non può versare i soldi per pagare gli stipendi perché altrimenti verrebbero utilizzati per appianare il debito.