Los Angeles, spari dentro l’aeroporto: morti killer e un agente

>>>ANSA/ USA: SPARATORIA AEROPORTO LOS ANGELES, EVACUATOL’uomo che ha aperto il fuoco nel terminal 3 dell’aeroporto di Los Angeles è morto, hanno detto fonti della sicurezza, riferisce via twitter il Los Angeles Times.

L’uomo che ha aperto il fuoco questa mattina all’aeroporto di Los Angeles uccidendo un agente della Tsa (Transportation Security Administration) e ferendo diverse altre persone per poi venire a sua volta ucciso in uno scontro a fuoco era un agente fuori servizio della stessa Tsa, secondo quanto riferiscono fonti di stampa sul posto.

L’uomo che ha aperto il fuoco all’aeroporto di Los Angeles ha usato un fucile d’assalto, e sparando ha superato l’area di controllo dei passeggeri entrando nell’area di imbarco. Lo ha reso noto il capo della polizia dello scalo, Patrick Gannon.

In seguito alla sparatoria all’aeroporto di Los Angeles il traffico degli aerei in arrivo e in partenza nello scalo californiano e’ stato sospeso. Tutte le vie di accesso all’aeroporto sono state chiuse.

Sono sette i feriti nella sparatoria all’aeroporto di Los Angeles, ha reso noto il capo dei Vigili del Fuoco della città.

Il presidente americano, Barack Obama, è stato informato sulla sparatoria all’aeroporto di Los Angeles e segue da vicino gli sviluppi della vicenda. Lo rende noto la Casa Bianca.