Lipari: omicidio Biviano, il pm chiede l’ergastolo per Cannistrà

Roberto Cannistrà

Roberto Cannistrà

Il pubblico ministero Mirko Piloni, nel corso della requisitoria alla Corte d’Assise di Messina, ha chiesto l’ergastolo per Roberto Cannistrà, il manovale 37enne detenuto dal 3 gennaio 2012 e accusato dell’omicidio, avvenuto a Lipari il 23 dicembre 2011, della pensionata Eufemia Biviano, 62 anni. Il delitto avvenne nel garage dell’abitazione della donna, in contrada Quattropani. Fu uccisa con una coltellata al collo e dall’abitazione furono rubati diversi gioielli.

I preziosi, di un valore complessivo di poco più di mille euro, furono poi ritrovati in un “Compro Oro” di Milazzo, dove Cannistrà era andato a venderli. Secondo la ricostruzione, l’uomo stava rubando nell’abitazione, ma fu sorpreso dalla Biviano. Preso dal panico la uccise, per poi lavarsi nel bagno, dove furono trovate le tracce di sangue che lo incastravano sulla scena del delitto. Il 17 dicembre sarà il turno della difesa.