L’esperienza di Bova come esempio di sviluppo locale. Se ne parlerà domenica a Gioiosa

images“Restauro, recupero, fruibilità. Sviluppo nei borghi antichi. L’esperienza di Bova, Comune Gioiello d’Italia”. Sarà questo il tema dell’incontro dibattito, promosso dal Sidus Club col patrocinio del Comune di Gioiosa Jonica, in programma per domani, domenica 10 Novembre 2013 dalle 17:00 presso la sala conferenze di Palazzo Amaduri, a Gioiosa Jonica. Tra gli interventi programmati, quelli di Salvatore Fuda, Sindaco di Gioiosa Jonica; Albarosa Dolfin, Presidente Sidus Club; Agostino Santacroce, Presidente Consorzio Pro Loco Riviera dei Gelsomini; Ernesta Chianese, Coordinatrice premio Borghinfiore Sidus Club, (L’iter progettuale 2012/13); Katia Aiello, Architetto, (Conservazione dell’ambiente storico, i piani di recupero). Leit motiv dell’incontro dibattito sarà l’esperienza di Bova come esempio di un rilancio turistico culturale che prende le mosse dalla sinergia tra settore pubblico e privato. Un excursus storico illustrato dal Vicesindaco di Bova Gianfranco Marino, un viaggio a ritroso nel tempo che attraverso immagini, video e commenti, ripercorre le tappe principali del rilancio di un centro oggi inserito tra i 21 Gioielli d’Italia. “Nessuna pretesa di dare ricette particolari per il successo – spiega proprio Marino – solo un piccolo contributo che possa servire da imput a quanti credono possibile l’inversione di rotta, un sogno che a Bova ha preso corpo grazie all’impegno congiunto di amministratori e privati. Non ci sono particolari segreti per il successo, solo la lungimiranza di chi, circa un ventennio addietro ha capito quale era la via maestra da tracciare, su quella via si è continuato a camminare incessantemente, sui quella via speriamo di poter proseguire per dare a Bova un futuro all’altezza del suo glorioso passato”.