Lamezia Terme, inaugurazione dell’anno sociale del Soroptimist (FOTO)

imagesHa ufficialmente preso il via il nuovo anno sociale del club lametino del Soroptimist con la tradizionale e suggestiva cerimonia dell’accensione delle candele. Alla serata hanno preso parte le socie del club, oltre naturalmente la presidente Stefania Mancuso che ha organizzato tutto nei minimi particolari. Una serata sobria, incentrata sul tema della pace, che è il filo conduttore portato avanti dal club service sotto la presidenza Mancuso.
La serata si è aperta con il saluto della presidente del club e la presentazione del film sulla pace “E ora dove andiamo” di Nadine Labaki. A spiegare il significato del film è stato Antonio Canzoniere, critico cinematografico e componente dell’associazione “Una” che organizza in città la rassegna di cinema in lingua. Canzoniere, anche se molto giovane, ha ottenuto diversi riconoscimenti e premi a livello nazionale per le sue recensioni. La scelta di parlare dedicare la serata alla proiezione e discussione su questa pellicola si inserisce nell’ambito del progetto “Un film per la pace” promosso dal Soroptimist Club di Lamezia. Progetto avviato nei mesi scorsi e che ha coinvolto, e coinvolgerà, gli studenti della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Perri-Pitagora”.
Dopo la discussione si è svolta la tradizionale cerimonia delle candele, alla presenza anche delle past president Stefania Gambardella, Sabrina Curcio e Titty Giglio. La presidente Mancuso ha poi illustrato l’attività che porterà avanti il club in questo nuovo anno sociale e che corrisponde al suo secondo anno di mandato. Una ricca agenda che vedrà impegnato il club in importanti attività. Ad iniziare dal interclub che si terrà a Lamezia il 16 novembre e che vedrà la partecipazione di tutti i club della Calabria, alla presenza della vice presidente nazionale Paola Gualtieri e della componente del comitato nazionale estensione Renate Muller. Si tratta di un incontro particolarmente importante in quanto servirà alla programmazione delle attività dei club calabresi in vista del Consiglio nazionale delle delegate che si terrà il 23 e 24 novembre prossimi.
I primi di dicembre invece si terrà un altro appuntamento importante per il club: l’inaugurazione dell’aula d’ascolto per minori in Tribunale. Il progetto, che ha avuto un lungo iter per via dell’incertezza del mantenimento del tribunale in città, è ormai in dirittura d’arrivo. Tra le attività che saranno portate avanti in questo nuovo anno anche il gemellaggio del club con la Turchia. Così come proseguirà il progetto “Un film per la pace” con le scuole cittadine che vedrà nei prossimi mesi nuove iniziative che coinvolgeranno gli alunni e che saranno i protagonisti di una mostra conclusiva dedicata al tema della pace.
Tra le iniziative che saranno portate avanti anche quelle relative ad un altro tema importante e molto caro al club: la tutela della donna e la promozione della coscienza di genere. Per questo, così come è stato in passato con l’approvazione della risoluzione del Parlamento Europeo, il club continuerà a collaborare con la commissione Pari opportunità del Comune, cogliendo tutte le occasioni che si presenteranno nel corso dell’anno per promuovere i diritti delle donne.
“In questo mio secondo anno di mandato – ha affermato Stefania Mancuso – proseguiremo con il percorso sulla pace ma anche con quello della violenza sulle donne, due temi importantissimi su cui punteremo molto, perché fondamentali per la nostra società”.