Incredibile a Milazzo (Me): rubate decine di griglie e chiusini di pozzetti delle fogne!

milazzoQuantomeno singolare il furto avvenuto nelle scorse ore, verosimilmente col favore delle tenebre, a Milazzo, in provincia di Messina. Ignoti hanno asportato decine di chiusini e griglie di sicurezza dei pozzetti collegati al sistema fognario della cittadina. Questi pozzetti sono fondamentali per la raccolta e lo smaltimento delle acque meteoriche, e quindi si trovano lungo i bordi delle carreggiate stradali.

Almeno una trentina tra chiusini e griglie sono stati asportati da via Ciantro, via Feliciata, via Spiaggia di Ponente, in contrada San Marco e anche a Capo Milazzo, in via Baronia. Il valore degli oggetti rubati ammonta a circa 6.000 euro. L’asportazione però può causare danni ad automobilisti e, soprattutto, ciclisti e motociclisti, che rischiano l’incolumità. È stata infatti approntata una segnaletica di fortuna per avvertire dei pozzetti scoperti. Il responsabile dell’ufficio ambiente e servizio idrico integrato, Domenico Lombardo ha presentato denuncia alla polizia.

Carmelo PinoQuanto avvenuto è grave sia dal punto di vista economico, ma anche della sicurezza – ha affermato il sindaco Carmelo Pinovisto che la mancanza dei chiusini e delle grate poste sui pozzetti di raccolta delle acque meteoriche determina uno stato di grave pericolo alla circolazione veicolare e pedonale. Mi fa rabbia che il territorio possa essere depredato da soggetti senza scrupoli che pur di ottenere un minimo arricchimento non esitano a provocare danni alla collettività, asportando beni comunali. È accaduto inizialmente con i cavi dell’illuminazione dell’asse viario: per un po’ di rame hanno lasciato per anni al buio l’asse viario, poi con i pannelli solari della piscina ed ancora con i climatizzatori esterni al palasport. È indispensabile una maggiore collaborazione dei cittadini affinché segnalino a quanti sono istituzionalmente addetti al controllo del territorio ogni comportamento sospetto perché altrimenti saremo sempre nel mirino di questi “delinquenti” e ogni intervento che quotidianamente con sacrificio e dedizione nell’interesse della comunità portiamo avanti risulterà vano“.