I Popolari e Liberali di Reggio Calabria favorevoli alla concertazione per il recupero del Lido Zerbi

imagesAnche i Popolari e Liberali del Coordinamento cittadino di Reggio Calabria ritengono che sul progetto di recupero del Lido Comunale “Genoese Zerbi” sia necessario attivare un confronto preliminare con l’Amministrazione commissariale cittadina. Nel corso della riunione, svoltasi alla presenza del Coordinatore regionale del movimento, il Segretario Questore del Consiglio regionale, Giovanni Nucera, sono stati rilevati i pericoli che un intervento invasivo determinerebbe per uno dei luoghi storici e paesaggisticamente più belli della città, sul quale, peraltro, la Soprintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici di Reggio Calabria ha disposto alcune prescrizioni.
“Non è in discussione il progetto nella sua totalità – è stato affermato nel corso della riunione – ma l’azione di recupero non deve stravolgere le strutture esistenti, soprattutto la ‘Torre Nervi’, prestigiosa opera di uno dei più brillanti ed affermati architetti italiani e le strutture storiche del Lido Zerbi, sulle quali è possibile agire attraverso un’opera di conservazione e recupero, integrando le stesse in un insieme più armonico ed equilibrato”.
Da qui la decisione di condividere e sostenere la richiesta che numerose associazioni culturali cittadine hanno rivolto alla terna commissariale comunale. “C’è la possibilità – dicono i Popolari e Liberali della città – di intervenire preventivamente nel progetto, per ridefinirlo, non solo accogliendo le prescrizioni suggerite dalla Soprintendenza ai Beni architettonici, ma anche i suggerimenti e le indicazioni che dall’interno delle stesse associazioni proporranno molti professionisti e tecnici competenti”.
“La città di Reggio – è stato ancora detto – è stanca di scelte calate dall’alto, che non tengono conto della storia, ma soprattutto di un particolare modo di essere della città, nel panorama dello Stretto. Le demolizioni previste – a parere dei Popolari e Liberali della città di Reggio – oltre a stravolgere un equilibrio architettonico e paesaggistico di rarissima bellezza e straordinario valore, strapperebbero alla città costruzioni che sono ormai parte della sua memoria storica”.
“Chiudendo la riunione il consigliere Segretario Giovanni Nucera ha rimarcato il ruolo e la importanza della partecipazione attiva dei cittadini alle scelte che riguardano il territorio. “A Reggio, con le iniziative riguardanti la ristrutturazione di piazza De Nava, davanti al Museo Nazionale della Magna Grecia, e, adesso, del Lido comunale, sono nate e si stanno affermando importanti esempi di cittadinanza attiva, che sottintende la partecipazione attiva e consapevole dei cittadini, singoli o associati, alla vita della comunità. Un fatto nuovo che, proprio per questo, va sostenuto ed incoraggiato, per farlo diventare – ha concluso Nucera – una delle “buone prassi” con le quali Reggio e i suoi cittadini vogliono costruire il proprio futuro.