Ferrovie Sicilia: il Comitato Pendolari propone l’uso dei “Pendolino” accantonati a Reggio Calabria

pendolinoIl Comitato Pendolari Siciliani chiede al governo regionale di attivarsi per utilizzare, sulle linee ferrate tirrenica e ionica, i treni tipo Pendolino, quattro dei quali si trovano al momento “parcheggiati” alla stazione di Reggio Calabria. Il Comitato scrive che poter disporre di queste macchine cambierebbe “a costo zero la qualità del servizio offerto“. Ecco la nota integrale dei Pendolari Siciliani:

Il Pendolino che cambierebbe qualità, capacità e comfort del servizio ferroviario in Sicilia. In merito alla notizia, dell’Associazione Ferrovie Siciliane di Giovanni Russo, relativa all’accantonamento nella stazione di Reggio Calabria Centrale di quattro ETR 450 (Pendolino) ed atri tre ancora in esercizio da Reggio Calabria a Roma, riteniamo opportuno intervenire per sollecitare l’intervento del Governatore Crocetta e dell’Assessore ai Trasporti Bartolotta nei confronti della Direzione di Trenitalia Sicilia affinché questi “Treni ETR 450” vengano traghettati prima possibile in territorio siciliano per metterli in esercizio nell’infrastruttura ferroviaria tirrenica e ionica, già funzionale alla circolazione di questo tipo di elettrotreni. L’entrata in esercizio di questi elettrotreni cambierebbero immediatamente e a costo zero la qualità del servizio offerto a migliaia di pendolari e viaggiatori avendo così dei treni con prestazioni superiori in termini di capacità e velocità e con maggiori comfort. Vista l’opportunità riteniamo che non sarebbe giusto, ancora una volta, per la Sicilia perdere quest’ulteriore treno…