Emergenza rifiuti in Calabria, il Sindaco di Crotone: “qui la situazione è al collasso”

images ”La contestuale chiusura degli impianti di conferimento, arrivati al collasso, sta provocando, in Calabria, una situazione gravissima con cataste di rifiuti che si accumulano nelle strade”. A Crotone, proprio mentre i mezzi dell’Akrea, su invito del Comune, stanno procedendo alla pulizia delle strade dal fango a seguito del nubifragio dell’altro giorno, la situazione appare in tutta la sua gravita’ per la chiusura dell’impianto di Ponticelli. ”Situazione che, come ho appreso da altri colleghi, e’ analoga in altri comuni del crotonese e di tutta la Calabria”, ha detto Peppino Vallone, Sindaco di Crotone. ”Ci stiamo facendo carico, ora per ora, delle giustissime rimostranze dei cittadini e degli operatori commerciali – continua Vallone – che lamentano un disagio che periodicamente si affaccia in tutta la sua gravita’ nella citta’ di Crotone e nella Calabria in generale. Con senso di amarezza dobbiamo registrare che per l’organizzazione, le risorse strumentali, economiche ed umane, messe in campo, il Comune di Crotone e’ in grado di garantire, ogni giorno, la puntuale raccolta dei rifiuti e rendere pulita la citta’. Un processo positivo che ci vede in regola anche dal punto di vista dei tributi dovuti, ma che trova il suo ostacolo al momento del conferimento presso la discarica che andando continuamente fuori uso o funzionando solitamente a scartamento ridotto provoca un corto circuito in tutto il percorso. Prova ne sia che quando il ciclo funziona senza ostacoli si registrano incrementi positivi anche in tema di raccolta differenziata mentre va inevitabilmente in tilt nel momento in cui si arriva all’impossibilita’ del conferimento. Da piu’ tempo i sindaci non solo del crotonese, ma dell’intera Calabria stanno sottoponendo alla Regione Calabria i problemi connessi nello specifico al conferimento in discarica dei rifiuti e, naturalmente, piu’ in generale, alla gestione complessiva del sistema dei rifiuti. Superata la fase commissariale che ha portato solo problemi e disservizi auspicavamo un cambiamento di rotta che a tutt’oggi non abbiamo registrato e che ha portato alla situazione che e’ sotto gli occhi di tutti e che potrebbe peggiorare nei giorni prossimi”. ”Occorre una soluzione immediata – conclude Vaqllone – ed un intervento diretto da parte delle Regione, che non puo’ lasciare soli i comuni a gestire una situazione divenuta ormai insostenibile”.