Editoria, Fnsi: “Inaccettabile licenziamento giornalisti Rete Kalabria”

images ”E’ inaccettabile, e crediamo fuori legge, il licenziamento in tronco dei giornalisti di Rete Kalabria che hanno scioperato per rivendicare il pagamento di otto stipendi arretrati e che hanno rifiutato di azzerare quasi tutto il debito in cambio di una non precisata regolarizzazione delle loro posizioni da parte del nuovo editore, Publiemme srl”.

Lo dichiara in una nota la Federazione nazionale della stampa italiana che ”sostiene la giusta battaglia dei colleghi e del Sindacato dei giornalisti della Calabria”.

”Il rispetto dei diritti del lavoro e soprattutto, prima ancora, della dignita’ delle persone che forniscono una leale prestazione per una informazione libera, e’ condizione primaria di legalita’ e di giustizia. La Fnsi e’ fiduciosa nella iniziativa del Prefetto di Vibo Valentia che ha convocato un tavolo di confronto per venerdi’. La gravita’ della brutale operazione dell’editore sara’, inoltre, immediatamente segnalata al viceministro delle Comunicazioni, Antonio Catricala’, e all’Agcom”, conclude la Fnsi.