Droga: in provincia di Reggio da inizio anno 2.500 controlli, 209kg di droga e 6.400 piante di canapa indiana e marijuana sequestrate

Guardia di Finanza, MateraNell’ambito dei compiti  istituzionali attribuiti alla Guardia di Finanza vi è anche la prevenzione e la repressione dello spaccio, della produzione e del traffico di sostanze stupefacenti. Nel corso del 2013 le fiamme gialle del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno  proceduto a monitorare costantemente il territorio della provincia conseguendo importanti risultati nello specifico settore.

Solo nel Porto di Gioia Tauro, i finanzieri del G.I.C.O. – G.O.A. del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio Calabria e del Gruppo di Gioia Tauro hanno sottoposto a sequestro circa 200 Kg. di cocaina purissima.

Nel territorio della “Piana”, i finanzieri della Compagnia di Palmi hanno individuato e sequestrato 2 piantagioni con oltre 800 piante di canapa indiana e di marijuana.

I finanzieri della Squadra Cinofili del Gruppo di Reggio Calabria e del Gruppo di Locri hanno effettuato più di 2.500 controlli antidroga nel territorio. Nei particolari servizi operativi, prezioso è risultato il contributo fornito dai 5 cani antidroga: quattro cani di razza pastore tedesco a pelo corto, URNA, di 5 anni, ARGO, di 4 anni, UB, di 6 anni, Basket, di 5 anni ed un cane di razza labrador, TASKO, di 6 anni.

Complessivamente, dall’inizio anno, il fiuto infallibile dei “finanzieri a 4 zampe” ha consentito di individuare circa 5.500 piante di canapa indiana nascoste tra la vegetazione degli impervi territori della Locride (in particolare nei comuni di San Luca, Riace e Benestare) e di segnalare la presenza di circa 9 Kg di sostanze stupefacenti tra marijuana, hashish, cocaina ed eroina abilmente occultata in scompartimenti di treni, in bagagli, borse, a bordo di autovetture o in appositi doppi fondi ricavati all’interno dell’abitacolo o di parti meccaniche o della carrozzeria delle stesse, a bordo di pullman ed autoarticolati, indosso a passeggeri in transito, in indumenti di vestiario, in ogni circostanza di tempo e luogo, di giorno e di notte, presso porti, aeroporti, stazioni, arterie stradali e territori di campagna della provincia reggina; sempre nel corso del 2013 i finanzieri del Gruppo di Reggio Calabria hanno proceduto all’arresto di nr. 8 soggetti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ai sensi dell’art. 73 del D.P.R. 309/90, mentre per altri nr. 12 soggetti si è proceduto con il deferimento alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, per il medesimo reato. Nr. 95 soggetti sono stati invece segnalati per detenzione di sostanze stupefacenti ad uso personale.

Uno dei dati più allarmanti che emerge dall’analisi dei risultati conseguiti è il dilagare del consumo di droga soprattutto tra i più giovani, spesso  sorpresi durante i controlli con indosso sostanze stupefacenti, anche di non modica quantità, e nelle vicinanze di scuole e discoteche.