Delegazione della Regione Calabria in missione istituzionale in Australia (FOTO)

imagesNell’ambito del progetto “Calabria chiama Australia”, il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico ed il segretario questore Francesco Sulla, l’assessore all’Internazionalizzazione Luigi Fedele accompagnati dal capo di gabinetto Pasquale Crupi, hanno avuto diversi incontri finalizzati ad aprire ancor di più la nostra regione alle innumerevoli ‘Calabrie’ che operano e lavorano in Australia.
Tra i momenti più qualificanti della missione istituzionale, quelli con il Ministro Victor Michael Dominello, il console generale Sergio Martes, e Nicola Carè, segretario generale della Camera di Commercio italiana in Australia (Sidney). “Questi incontri rappresentano tappe concrete di un percorso, quello dell’internazionalizzazione della Calabria, che abbiamo sposato nella consapevolezza che tanti spazi e possibilità sono ancora da coprire e tante potenzialità da mettere in campo in una ottica che comprende ricadute culturali, turistiche e di immagine- esordisce il presidente Talarico-. Aspetti che quanto più sapranno essere integrati, tanto più contribuiranno a diminuire la marginalità della Calabria nel panorama mondiale e delle relazioni economiche e sociali”.
“In questo contesto- rilancia Talarico-, l’obiettivo è riprendere contatti con le nostre comunità all’estero, ma soprattutto dare continuità alle stesse per tessere un dialogo fitto e costruttivo che vuole tenere conto di realtà, come quella di Sidney, caratterizzata da una forte presenza di calabresi, molti dei quali ricoprono importanti incarichi nei vari settori locali. Così, abbiamo dato seguito in breve tempo alla recente tappa a Palazzo Campanella di una delegazione e di operatori economici australiani, visitando le sedi di alcune aziende di proprietà di imprenditori calabresi. E’ una opportunità importante per costruire una promozione integrata delle tipicità, rendendo più proficua e incisiva la filiera dei piccoli imprenditori calabresi e la possibilità, attraverso una presenza più stabile, di fare conoscere al mondo intero le nostre produzioni di qualità. Lo scopo che ci prefiggiamo è quello di intensificare le relazioni fino a creare un ponte tra la Calabria e l’Australia, consentendo, al tempo stesso, alla nostra regione anche la conquista di quelle nicchie di mercato in cui ancora non è bene inserita”.
“Con la nuova missione in Australia – dichiara l’assessore Fedele – abbiamo dato seguito ad una nuova fase del progetto ‘Paese Australia’ realizzato dall’assessorato che dirigo. Nella sua prima fase, il progetto aveva compreso oltre alla realizzazione di una missione istituzionale finalizzata all’implementazione di proficui rapporti economici e commerciali con qualificati operatori australiani, anche l’attivazione del ‘Desk Calabria’, operativo presso la Camera di Commercio italiana in Australia, che consente alle imprese calabresi selezionate di usufruire di una vetrina espositiva gratuita e di servizi di assistenza e supporto specialistico in loco sul mercato australiano. Il mese scorso, invece, l’ assessorato da me diretto ha dato vita alla missione incoming in Calabria di operatori australiani, manifestazione commerciale alla quale hanno aderito circa cinquanta aziende calabresi del settore agroalimentare e turistico che si è tenuta a Lamezia. L’azione di incoming ha rappresentato un importante momento di promozione e di implementazione dei rapporti economici, commerciali e imprenditoriali con partner australiani sul territorio calabrese, producendo ottimi risultati. Così come è stato confermato in occasione di questa missione, molti accordi commerciali sono stati firmati tra le aziende calabresi e i buyers australiani, mentre gli operatori turistici australiani hanno palesato l’intenzione di realizzare pacchetti. L’ultima visita in Australia, quindi, è servita ad intensificare ancora di più i rapporti con la Camera di Commercio italiana in Australia e rendere ancora più fruttuosa l’attività del Desk Calabria”.