Cosenza, Premio Maria Rosaria Sessa: giovedi’ la premiazione

imagesSaranno consegnati giovedì 21 novembre, alle ore 9,30, presso l’Auditorium Guarasci, i premi giornalistici per gli studenti delle Scuole Superiori della provincia di Cosenza, nell’ambito del Premio Maria Rosaria Sessa, organizzato dal Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” in collaborazione con la Provincia di Cosenza, assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunità retto da Maria Francesca Corigliano.

Il premio, alla sua seconda edizione, è dedicato alla giornalista dell’emittente televisiva “Metrosat”, uccisa dal compagno nel 2002.

In questa seconda edizione gli studenti delle scuole superiori della provincia si sono cimentati nella realizzazione di uno spot tv sul tema del Femminicidio.

Lo spot vincitore sarà trasmesso dalle tv locali Ten, Rti Calabria, Calabria Tv, Metro Tv, Telitalia che hanno dato la propria disponibilità alla messa in onda.

sono previsti gli interventi di: Gregorio Corigliano, presidente del Circolo della Stampa di Cosenza, Maria Francesca Corigliano, Roberta Bruzzone, criminologa, psicologa e volto noto delle emittenti televisive nazionali e ambasciatrice nel mondo di telefono rosa e Franca Garreffa , docente Unical e studiosa del centro Women’s Study “Milly Villa”. Conclude Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza. Saranno presenti Arcangelo Badolati e Giovanni Pastore, come autori del libro “Banditi e Schiave. I femminicidi”, che l’assessorato alla cultura e alle pari opportunità della Provincia donerà ai vincitori.

Nel corso della giornata sarà distribuita la pubblicazione “Crudele amore mio: analisi, riflessioni e dati sul femminicidio in Calabria”, all’interno della quale sono snocciolate le cifre regionali di questa piaga dal 1988, anno in cui fu barbaramente uccisa Roberta Lanzino, e che ha ormai assunto i connotati di una vera e propria emergenza nazionale, da nord a sud.. Una fattiva collaborazione è arrivata dall’Arma dei Carabinieri Provinciali, che ha voluto far sentire la sua vicinanza alle donne partecipando alla realizzazione della foto del manifesto dell’evento.