Cosenza, un gruppo di operatori dell’enogastronomia in Russia visita l’Enoteca Regionale della Provincia

logo_provincia_cosenzaA pochi giorni dall’inaugurazione, i primi ospiti stranieri nell’Enoteca Regionale della Provincia di Cosenza.

Un gruppo operatori del settore dell’enogastronomia in Russia,  in questi giorni ad Altomonte per seguire un corso di cucina presso l’Hotel Barbieri, ha infatti visitato stamane la  struttura nel Palazzo della Provincia, accompagnati dallo chef Enzo Barbieri.
Ad accogliere  i  responsabili della seguitissima scuola di cucina “Pinch of Cinnamon” di Mosca ( veicolata anche attraverso un blog e curatrice della ‘ Moscow food guide’) guidati da Maria Sorokina,  e Aleksandr Serov,  direttore commerciale della rete che unisce i più famosi ristoranti della capitale russa, il presidente Mario Oliverio che ha illustrato  la funzione dell’enoteca,  particolarmente sottolineando come questa sia spazio di promozione  e valorizzazione tanto per la produzione vitivinicola quanto di quella d’eccellenza e di qualità del territorio cosentino e dell’intera Calabria.

Un progetto già entrato in piena operatività,  accolto con enorme attenzione dagli ospiti stranieri, che si sono detti “impressionati” dalla  struttura giudicata “meravigliosa”sia nel suo pregio architettonico che nella qualità che propone.

Grande interesse è stato mostrato per i vini dagli operatori russi che si sono riproposti di stabilire rapporti con le aziende. Nel corso della visita è nata anche l’idea di avere attraverso l’enoteca della Provincia ospiti le stesse aziende calabresi a Mosca per la promozione dei vini della regione nella rete della ristorazione moscovita.

Uno dei principali compiti dell’Enoteca- ha affermato il presidente Oliverio- è quello di promuovere i nostri vini nella rete della ristorazione internazionale. Il mercato russo offre opportunità che bisogna saper cogliere. L’incontro di oggi costituisce un’occasione per l’avvio di un percorso di scambi che se ben utilizzato potrà avere importanti ricadute ed aprire spazi per le nostre produzioni agroalimentari. Vino, ma anche olio ed agrumi, oltre, naturalmente, al paniere più ampio dei nostri prodotti tipici.

A partecipare ancora all’incontro il presidente AIS Calabria Gennaro Convertini, che ha guidato gli operatori russi alla scoperta del vino calabrese, ‘raccontato’ nella splendida enoteca dalle 1600 bottiglie presenti e nell’itinerario che propone al visitatore nelle sue tre sale, suddivise per territori.