Cosenza, Antonio Riga: “il Comune risparmia sui precari e poi elargisce 25 mila euro a un super burocrate”

Comune di CosenzaIl Comune di Cosenza sta portando avanti una politica restringente nei confronti dei tanti precari di ogni genere che lavorano intorno alla struttura.

Gente disperata che deve tirare avanti e sbarcare il lunario per seicento euro mensili. Lo dichiara il coordinatore dei precari di base della sanità calabrese , Antonio Riga.

La stessa intransigenza, però, non la si scorge con i super burocrati. Nulla di illegale, è meglio chiarirlo, ma qualcosa di poco etico.

Ci riferiamo alla determina del maggio 2013 con la quale sono stati liquidati compensi per 25 mila euro al Segretario Generale per il rogito di Piazza Bilotti . Il Segretario Generale ha anche le funzioni notarili. Ci chiediamo, però, se una spesa del genere non poteva essere evitata . Visti i compensi che lo stesso Segretario percepisce, egli poteva e doveva svolgere gratis questa funzione. Con 25 mila euro il Comune avrebbe potuto assumere tre cococo per il progetto o destinare le somme ad altre risorse.

Ricordiamo a tutti che persone di oltre 50 anni lavorano nelle cooperative e devono attendere mesi per ricevere i loro compensi non certo considerevoli.

Questa politica di sottovalutazione del disagio e di preservazione di una casta è tipica del vecchio modo di concepire le amministrazioni comunali.

Come precari di base impegnati essenzialmente nella Sanità siamo in costante rapporto con le unità di base sindacali per sostenere ragioni comuni in favore dei più deboli. Cosa che evidentemente non sta a cuore al Sindaco di Cosenza.