Confronto tra il consigliere Surace e la presidentessa dell’AGESS Ruggiero negli studi di RadioBagnaraWeb

imagesNota Stampa PierFrancesco Zoccali (RBW):

Un confronto partito tempo fa e sfociato in un acceso dibattito negli studi di RadioBagnaraWeb, in occasione della quarta puntata del Friday Night Show, l’appuntamento ormai fisso del venerdì sera condotto da Pierfrancesco Zoccali e Maria Carmela Tripodi.
Dopo gli esponenti delle parti politiche che si sono succeduti nelle puntate precedenti, la serata di ieri ha visto tenere banco il confronto tra Giuseppe Surace, consigliere comunale ed ex delegato alle politiche sociali, e Silvana Ruggiero, presidentessa dell’Associazione di Volontariato AGESS, intervenuta telefonicamente perché impossibilitata a presenziare fisicamente in studio, ma come sempre estremamente battagliera su temi che l’hanno sempre vista in prima fila come il sociale e la sanità pubblica. Ospite in studio anche la corrispondente del Quotidiano Della Calabria, Vera Barilà, che non ha lesinato domande pungenti ai due ospiti.
Il consigliere Surace si è soffermato sulla propria decisione di rimettere la delega alle Politiche sociali per, a suo dire, “incomprensioni sulle esigenze del ruolo in seno alla maggioranza”. “Per essere delegato alle politiche sociali occorre essere prima di tutto un uomo, e solo dopo un politico” ha dichiarato Surace.
Pronta la risposta piccata della Ruggiero, che ha accusato Surace di “tenere più alla poltrona che alle esigenze sociali dei cittadini” e che “in quanto delegato al sociale, il suo ruolo avrebbe dovuto prevedere innanzitutto la necessità di interloquire con chi ha realmente bisogno, perché solo rendendosi conto delle esigenze dei più svantaggiati si può operare correttamente”.
Non poteva mancare una lunga “pagina” dedicata al tema scottante della settimana, ovvero la querelle Ruggiero-Scopelliti, dove la presidentessa dell’AGESS ha attaccato duramente il Governatore della Calabria in merito alla “falsa campagna pubblicitaria sulla sanità calabrese”, specificando che per lei non si è trattata di una polemica “in quanto tale termine è stato utilizzato dai giornali per aumentare la tiratura”, ma di una semplice constatazione sfociata in critica, perché “la situazione della sanità calabrese è allo stremo e il Governatore sta usando il manifesto sulla sanità per fare della becera campagna elettorale, dimostrando anche scarso rispetto nei confronti di chi ha in famiglia persone ammalate o disabili”, tema in cui la Ruggiero è sempre stata in prima fila e per il cui impegno lo stesso Surace, come già il Sindaco Cesare Zappia un mese fa, ha espresso parole d’elogio: “Silvana dovrebbe essere un esempio per tutti. Possiamo aver avuto e avere dei disguidi dovuti alla diversa visione delle cose, ma il suo impegno è sotto gli occhi di tutti”.
Surace ha concluso l’intervento facendo una panoramica sulla situazione sociale-assistenziale a Bagnara Calabra, dichiarando che, già nel periodo in cui è stato in carica come delegato, sono stati presi dei provvedimenti come il “Progetto Tempo Donna” che tuttavia, a detta del consigliere, “Non sono ancora sufficienti in un paese dalle grandi necessità in campo sociale come Bagnara Calabra”.