Chizzoniti su servizio di erogazione idrica a Reggio

Calabria
“A seguito delle numerose segnalazioni pervenute a questa Presidenza circa l’interruzione dell’erogazione idrica nel quartiere Tremulini e segnatamente in Vico Perna – ove il prezioso liquido è ‘concesso’ da circa un mese soltanto per un’ora al giorno – ho ritenuto di dover assumere le necessarie iniziative informative, investendo della gravissima ed inaccettabile questione gli organi competenti, il dott. Gaetano Chiusolo, Commissario straordinario del Comune di Reggio e il dott. Federico Cafiero De Raho, Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria”.
E’ quanto rende noto il presidente della Commissione speciale di vigilanza del Consiglio regionale, avvocato Aurelio Chizzoniti secondo il quale: “Non può negarsi che, anche sotto questo versante, la città sia ormai allo sbando; né in questa fase – aggiunge – si possono imputare alla politica – che non è reggente – responsabilità che oggi sono tutte in capo alla burocrazia rappresentata anche da alti funzionari ministeriali”.
L’avvocato Chizzoniti “stigmatizza come la situazione a Reggio sia divenuta insostenibile con interi quartieri del centro e della periferia, sguarniti per diverse ore al giorno, di un servizio essenziale, tanto da potersi profilare una vera e propria interruzione di pubblico servizio”.
“Peraltro – prosegue – analoghe lamentele pervenute a questi uffici da cittadini delle zone di via Sbarre, Ravagnese e di altri quartieri, erano state prontamente segnalate dalla Presidenza della Commissione di vigilanza alla superiore valutazione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria con un formale esposto del 5 luglio corredato da un voluminoso dossier”.
“I tentativi di numerosi cittadini volti a conoscere le ragioni dell’ennesimo disservizio falliscono sistematicamente per cui, gli stessi, continuano ad esser condannati a subire qualsivoglia forma di vessazioni, abusi e soprusi incompatibili con una società che voglia definirsi ‘civile’. A tal fine – scrive Aurelio Chizzoniti – gradirei conoscere i motivi di quanto lamentato ed i rimedi individuati”.
La Commissione speciale di Vigilanza presieduta da Aurelio Chizzoniti tornerà a riunirsi con un nutrito ordine del giorno lunedì 25 novembre, alle ore 11,30 a Palazzo Campanella. Al primo punto, l’audizione dei rappresentanti delle società di gestione degli aeroporti calabresi in merito alla situazione economico-finanziaria, ai piani di sviluppo, agli organici del personale ed ai criteri di assunzione del personale. I lavori proseguiranno con una ricognizione di informazioni in merito alla realizzazione dell’aeroporto di Sibari con i rappresentanti della Provincia di Cosenza, del comune di Cassano allo Ionio e dell’Associazione “Le Ali per Cosenza”. Terzo ed ultimo punto all’ordine del giorno, audizione con Fincalabra spa sul personale di Calabria IT in liquidazione, con particolare riguardo alla salvaguardia dei livelli occupazionali. Su questo argomento sono state altresì invitate a partecipare le organizzazioni sindacali.