Centrale a carbone di Saline Joniche, comitato FuturoSicuro: “Il fronte del No finalmente non gioca più a nascondino”

Saline-Joniche-Progetto-SEI.-La-Centrale-a-Carbone1Di seguito una  nota di Paolo Campolo, del Comitato FuturoSicuro, in merito alla realizzazione della centrale a carbone di Saline Joniche.

Con l’ultima uscita del Coordinamento Associazioni Area Grecanica, sembrerebbe che le fantomatiche sigle, almeno fino ad ora, dei vari pseudo Comitati dei No al Carbone, comincino a prendere delle sembianze. Era ora, che finalmente capissero che la storiella delle decine di Comitati era stata smascherata, e la gente aveva capito che dietro tutti quei Comitati di fantasia vi erano sempre e solo gli stessi personaggi. Basta andare su Internet, il mezzo più usato dai “ Signori del No “ per le loro gratuite ed offensive affermazioni, per vedere chi c’è dietro. Le allusioni fatte con riferimento ai Comitati a favore del Progetto sono del tutto infondate e strumentali, fatte da chi non ha più cosa raccontare alla gente, cercando solamente di denigrare le opinioni degli avversari. Non è con questa politica di gettar discredito e menzogne sugli avversari che si va avanti nella vita, ma solo con un confronto leale e costruttivo, anche se di diverso parere, si fa il bene di un popolo. Né tantomeno facendo arrivare mail o foto dal resto d’Italia o da in giro per il mondo si può pensare di infarcire una cesta che fa acqua da tutte le parti. Soprattutto quando alle richieste di dire solo “ NO ” senza se e senza ma non si propone nessunissima alternativa valida, concreta e reale che potrebbe dare un minimo di logica a queste prese di posizioni che semplicemente si negano a tutto e sono contrarie a prescindere. Noi del Comitato FuturoSicuro abbiamo sempre rispettato le idee altrui, e di conseguenza siamo sempre stati coerenti con la nostra filosofia ed il nostro punto di vista, che è sempre stato quello di voler sapere per poter esprimere il nostro parere con cognizione di causa sulla vicenda della Centrale a carbone. Per questo nel passato abbiamo avuto e partecipato a diversi incontri conoscitivi sul Progetto, organizzando anche un incontro presso il Centro Civico di Pellaro , aperto a tutta la popolazione e che ha avuto un pieno di presenze, testimoniato anche dalle riprese di RAI 3 TGCalabria. Abbiamo anche partecipato alla manifestazione dello scorso Novembre in quel di Riace di Saline Joniche, dove davanti ad oltre 400 persone i rappresentanti della SEI hanno spiegato per oltre due ore nei particolari tutte le caratteristiche del progetto, rispondendo a decine di domande fatte dai presenti. Altro che stare nascosti, ed agire sottotraccia… La presa di posizione della Confindustria Reggio Calabria prima, e delle maggiori Associazioni Sindacali di Categoria CGIL, CISL e UIL Nazionali poi, hanno confermato la bontà del progetto, e la loro presa di posizione favorevole alla realizzazione della Centrale di Saline Joniche ha fatto breccia su quelle persone che ancora sono poco informate sul Progetto della SEI e nello stesso tempo questa chiara presa di posizione favorevole da parte di Confindustria e Sindacati ha spiazzato le speranze di continuare a disinformare la gente da parte dei NO Coke. A tal proposito anche il Comitato “ FuturoSicuro ” si sta organizzando per allestire al meglio la prima “Giornata Informativa di Piazza” sul progetto della Centrale a carbone, che si svolgerà prossimamente proprio nel Paese più rappresentativo, ovvero a Saline Joniche. Durante quest’incontro in Piazza, saremo tra la gente, dove verranno fornite spiegazioni, motivazioni e pensieri del perché noi dei Comitati siamo favorevoli alla realizzazione della Centrale a Carbone. Chiunque potrà farci le domande che vorrà, per chiarire i dubbi e quale potrebbe essere il futuro di Saline e dintorni senza Centrale a Carbone, noi cercheremo di dare a tutti delle risposte, sulla base di informazioni che in questi anni abbiamo ricevuto sul Progetto, che ci ha fortemente convinto sulla validità e sulla bontà dell’opera, soprattutto sul piano della totale sicurezza che la stessa avrà quale impatto su salute e Ambiente. Per cui chi ci vuol vedere e conoscere, contrariamente a quanto sbandierato in questi giorni dai Comitati del No Carbone, non deve fare altro che venire numerosi in Piazza e siamo certi che molti di loro dopo aver visto e sentito direttamente di cosa effettivamente tra un paio d’anni potrà essere Saline ed il suo comprensorio con la Centrale ed il suo indotto, andranno a casa con la speranza di vedere finalmente un “FuturoSicuro” più sereno per sé e le proprie famiglie.