Calabria, Chizzoniti interviene sull’indebito finanziamento assegnato a Umberto De Rose

chizzonitiLa stampa locale ha ripetutamente riferito di un indebito finanziamento assegnato dalla Regione Calabria all’ingegnere Umberto De Rose, nella qualità di privato imprenditore, stigmatizzando la presunta inerzia della burocrazia di riferimento in ordine al doveroso, tempestivo recupero delle ingenti somme assegnate. Prima di assumere iniziative collegiali connesse alle funzioni attribuite alla Commissione che ho l’onore di presiedere, formalizzo la richiesta di urgente trasmissione a questa Presidenza di tutta la documentazione afferente l’erogazione finanziaria ‘sine titulo’ estesa anche all’avvio dell’iter procedurale volto all’indifferibile recupero delle considerevoli somme de quibus agitur”.

E’ quanto scrive il presidente della Commissione speciale di Vigilanza del Consiglio regionale Aurelio Chizzoniti, in una comunicazione formale inviata all’avvocato Pasquale Monea (dirigente generale del Dipartimento Attività produttive della Giunta regionale) e, per conoscenza, all’avvocato Franco Zoccali (dirigente generale della Giunta regione). “In quest’ottica conflittuale d’interessi, a mio sommesso e deferente avviso – argomenta il presidente Chizzonitiva approfondita quella che mi appare un’evidente causa d’incompatibilità dell’imprenditore con l’esercizio delle funzioni di presidente della Fincalabra, ente strumentale della Regione Calabria. Sollecito, pertanto, un’esaustiva e documentata risposta”.