Calabresi Creativi: dalla Calabria alla Cina grazie a SMART DMO

logo-cifCon l’ultimo appuntamento del 22 novembre si è conclusa presso il Parco della Sila la sperimentazione di SmartDMO, piattaforma collaborativa che consente agli attori privati e pubblici della filiera turistica di fare sistema, creando un’offerta finalmente integrata. Vincitrice del bando MIUR 2012, SmartDMO è stata presentata in ottobre alla “Smart City Exhibition” di Bologna arrivando fino in Cina, alla VII edizione del “Sino Italian Exchange Event” ed alla IV edizione del “China Italy Innovation Forum” come unico progetto italiano su social innovation e turismo.

Un successo per l’associazione Calabresi Creativi che, accompagnata da Target Euro (partner di sviluppo tecnologico e di innovazione di processi) ha illustrato la piattaforma sia durante la sessione “Tourism and cultural heritage platforms”  (14 novembre) che in “Smart cities and innovation technologies” (15 novembre), alla presenza del ministro Maria Chiara Carrozza e incontrando potenziali investitori (il governo cinese ha deciso lo stanziamento di circa 5 mld di dollari in un programma destinato a trasformare nove città in smart city attraverso progetti pilota di innovazione urbana).

Dalla Calabria alla Cina e ritorno: nel living lab conclusivo a Lorica, Francesco Paradiso e Paola Licata hanno illustrato ai numerosi operatori cc-speechpresenti (agenzie di viaggio, strutture ricettive e per la ristorazione) le nuove funzionalità della piattaforma, con la simulazione di un itinerario completo attraverso l’interazione e il monitoraggio delle informazioni provenienti da Internet e dal territorio. «Per fare promozione non servono investimenti milionari, basta un tablet usato da una persona consapevole»: Andrea Castello (Social Media Strategist) nel suo intervento ha puntato proprio sulla consapevolezza, perché il caricamento dati e lo scambio di comunicazione non siano fini a se stessi, ma puntino ad avere una visione chiara delle risorse e dello stato dell’arte della filiera territoriale.

«Siamo orgogliosi di esportare in Cina la creatività e il talento calabrese» ha dichiarato il presidente  di Calabresi Creativi Domenico Rositano «e ci auguriamo che la nostra piattaforma possa essere sperimentata presto in tutto il sud Italia, dopo la prossima sperimentazione in Piemonte».

Un successo calabrese che attraverso il networking punta a trasformare la logica turistico-culturale della regione. E, a quanto pare, non solo.