Borgia (Cz), assolto giovane accusato di spaccio di sostanze stupefacenti

images“Il fatto non è previsto dalla legge come reato”, con questa formula il tribunale monocratico di Catanzaro- riporta l’Agi- ha assolto il giovane Michele Zofrea, 32 anni, arrestato il 26 agosto a Borgia, nel catanzarese, per detenzione illegale a fini di spaccio di stupefacenti.

Zofrea è stato arrestato perché trovato in possesso di una pianta di canapa indiana e 69 grammi di marijuana suddivisi in dosi. I carabinieri, nel corso di una perquisizione domiciliare e su un podere nella disponibilità del giovane, hanno rinvenuto la pianta alta circa 1,30 metri e le dosi di stupefacente, arrestando così Zofrea.

L’indomani il giovane è comparso per il giudizio direttissimo in tribunale, dove il giudice, Adriana Pezzo, ha convalidato l’arresto e poi disposto la sola misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per la firma a carico di Zofrea, per il quale il pubblico ministero aveva invece chiesto gli arresti domiciliari incontrando l’opposizione del difensore del 32enne, l’avvocato Arturo Bova, che oggi ne ha ottenuto la piena assoluzione.