Berlusconi è fuori dal Senato: l’aula vota “sì” alla decadenza

GOVERNO:  BERLUSCONI ATTENDE PRESIDENTE CONF. ELVETICA  CALMArriva alle 17.43 la notizia che si attendeva da tutto il pomeriggio. Silvio Berlusconi è decaduto dalla carica di senatore. Il Senato della Repubblica ha votato a favore della decadenza del leader di Forza Italia, condannato qualche settimana fa, in via definitiva, a quattro anni per frode fiscale, poi ridotti a 10 mesi, da scontarsi ai domiciliari o ai servizi sociali. Berlusconi è quindi fuori dal Parlamento italiano.

Bagarre in aula, specie durante l’intervento di Paola Taverna del Movimento 5 Stelle. I colleghi di centrodestra hanno creato talmente tanta confusione che Grasso ha dovuto interromperla. Protesta dei componenti di Forza Italia anche contro i senatori a vita, che si sarebbero presentati in aula solo per votare a favore della decadenza. Beppe Grillo ha affermato che “non è la fine di un regime, ma di un banale uomo“. Il Cavaliere invece ha dichiarato: ”Giorno di lutto per la democrazia, la sentenza Mediaset grida vendetta davanti a Dio“.