Allerta Meteo, rischio alluvioni al Sud nel weekend: il bollettino della protezione civile

saetta03Una circolazione depressionaria in transito verso lo Ionio, determinera’ condizioni di diffuso, persistente e spiccato maltempo al sud con fenomeni particolarmente intensi sulle regioni ioniche. Al nord-ovest, invece, la mattinata di sabato vedra’ un veloce e debole passaggio perturbato, con nevicate anche a quote di pianura. Gli apporti di maggior rilievo sono attesi fra Piemonte meridionale ed entroterra ligure di Ponente. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile, che ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dal pomeriggio-sera di domani, precipitazioni diffuse e persistenti a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia. I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica e forti raffiche di vento. Nella giornata di domenica le precipitazioni sulle regioni meridionali insisteranno a carattere diffuso, persistente ed intenso, dando luogo a rovesci anche molto forti e si estenderanno alla Campania e a parte delle regioni centrali, con fenomeni piu’ insistenti e abbondanti previsti sul versante adriatico ove la neve cadra’ al di sopra degli 800-1000 metri, in ulteriore rialzo a quote di montagna. Tempo instabile anche sulla Sardegna, con fenomeni che potranno assumere anche carattere di rovescio o temporale. Sempre nella giornata di domenica 1 dicembre si prevede inoltre una spiccata intensificazione della ventilazione dai quadranti settentrionali su Liguria, alto versante adriatico, regioni centrali e Campania, dai quadranti orientali sulle zone ioniche e sulla Puglia, con mari generalmente agitati o molto agitati e forti e mareggiate lungo le coste esposte.

30112013_domani_d0IL BOLLETTINO PER DOMANI, SABATO 30 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
- diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale con fenomeni che si intensificheranno ulteriormente dalla serata, su Sicilia orientale, Calabria, settori ionici della Basilicata e sulla Puglia centro-meridionale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati sui settori ionici calabresi e sulla Puglia meridionale, generalmente moderati sulle restanti aree;
- sparse, localmente anche a carattere di rovescio, sui restanti settori di Puglia e Basilicata e su Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Campania e Sicilia centrale, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: a quote di valle/pianura in mattinata su Valle d’Aosta, Piemonte, settori alpini, prealpini e di pianura occidentale della Lombardia, settori occidentali dell’Emilia ed entroterra ligure, con apporti al suolo generalmente deboli, fino a moderati sul Piemonte meridionale ed entroterra ligure di Ponente, ove i fenomeni si estenderanno anche alle ore pomeridiane; a quote di fondovalle in mattinata sul Triveneto, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 1000-1200 m sul versante adriatico dell’Appennino centrale, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in generale aumento al centro-sud, specie le minime; in calo le massime al settentrione, specie al nord-ovest.
Venti: tendenti a forti o di burrasca settentrionali dal pomeriggio-sera sulla Liguria centro-occidentale; tendenti a forti dai quadranti orientali sulle zone ioniche e sulla Puglia; localmente forti nord-occidentali sulla Sardegna; tendenti a forti nord-orientali in serata sul triestino e sui settori tirrenici centro-settentrionali.
Mari: agitati il Mar di Sardegna e lo Ionio; molto mosso il Mar Ligure, tendente ad agitato al largo nel settore di Ponente; tendenti a molto mossi il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, l’Adriatico meridionale e localmente l’Adriatico settentrionale ed il Tirreno centro-meridionale al largo.

01122013_dopodomani_d0IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, DOMENICA 1 DICEMBRE 2013:

Precipitazioni:
- diffuse e persistenti, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Sicilia orientale, Calabria, Basilicata, Puglia, Molise e Campania orientale, con quantitativi cumulati molto elevati su Sicilia nord-orientale, settori meridionali e ionici calabresi, Basilicata e Puglia meridionale, generalmente elevati altrove;
- da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio, su Marche meridionali, Abruzzo e settori orientali di Lazio e Sardegna, con quantitativi cumulati moderati;
- sparse, localmente anche a carattere di rovescio, sui restanti settori di Marche, Lazio, Sardegna e Campania e su Romagna, Toscana orientale e meridionale ed Umbria, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: al di sopra degli 800-1000 m sull’Appennino umbro-marchigiano, abruzzese e laziale, in rialzo al di sopra dei 1200 m, con apporti al suolo moderati, fino ad elevati alle quote superiori sul versante adriatico, specie quello abruzzese.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in sensibile generale rialzo le minime al Centro-Sud.
Venti: di burrasca con rinforzi fino a burrasca forte da nord o nord-est su alto versante adriatico, Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna, Basilicata tirrenica e Campania, dai quadranti orientali su Calabria, Basilicata ionica e Puglia, dai quadranti settentrionali, in rotazione da quelli occidentali, sulla Sicilia, nord-orientali lungo la dorsale appenninica centro-settentrionale.
Mari: molto agitato lo Ionio; agitati i bacini occidentali, fino a a localmente molto agitati il Mar Ligure settore di Ponente al largo, i settori occidentali del Tirreno centro-meridionale e lo Stretto di Sicilia; molto mosso l’Adriatico, fino ad agitato nei settori settentrionale e meridionale.