Volley Savio Messina, confermato il marchio qualità per l’attività giovanile

SavioLa Federazione Italiana di pallavolo ha assegnato per il biennio 2014-15 al Savio il certificato del “Marchio di Qualità per il Settore Giovanile” sia in campo femminile che nel maschile. Unica società di Messina e provincia a potersi fregiare del possesso di questo certificato per entrambi i settori. Si tratta peraltro di una riconferma perché lo stesso ambito riconoscimento era stato concesso al sodalizio messinese di Via Lenzi nel biennio precedente. L’ottenimento del Marchio di Qualità non è per nulla scontato o semplice da realizzare. L’assegnazione viene fatta attraverso la pubblicazione di un bando cui possono partecipare tutte le società in possesso di ben definiti requisiti qualitativi sotto il punto di vista agonistico, tecnico, progettuale, sanitario, marketing e comunicazione. La conferma del Marchio di Qualità è la prova più evidente dell’attenzione e l’impegno che il Savio ha dedicato in tutti questi anni alla crescita e lo sviluppo del settore giovanile, diventato ormai uno dei più apprezzati in campo regionale. Ma non è l’unica buona notizia arrivata da Roma negli ultimi giorni. Il sodalizio diretto dal presidente Renzo e dal dg Paolo Bitto si è visto confermare dalla Fipav il titolo di Scuola Federale di pallavolo, qualifica che il Savio è stata tra le prime società messinesi a vedersi assegnare dal massimo organismo nazionale.

Con la definizione di “Scuola Federale di Pallavolo” si intende il programma che coinvolge, attraverso un bando nazionale, tutte le società sportive e gli istituti scolastici affiliati alla Federazione. L’iniziativa ha lo scopo di promuovere l’apprendimento e la pratica del volley tra i ragazzi e le ragazze compresi nelle fasce di età che vanno dai 6 ai 14 anni.

Come società siamo molto onorati per la riassegnazione di questi due ambiti riconoscimenti – afferma il direttore generale del Savio, Paolo Bitto -. Significa che abbiamo operato con scrupolo e attenzione sul territorio per favorire lo sviluppo e la diffusione della pallavolo tra le fasce più piccole di ragazzi. Del resto la politica societaria portata avanti in tutti questi anni è da sempre improntata a concedere spazio e visibilità al settore giovanile. Cosa che peraltro continueremo a fare nel prossimo biennio, non lesinando energie e investimenti anche sotto il profilo economico. Inoltre vogliamo aprirci sempre più al dialogo con le scuole con le quali stiamo avviando una serie di progetti futuri”. 

Il pensiero finale del dirigente Paolo Bitto è rivolto a tutti i componenti della famiglia Savio che ogni giorno con il loro lavoro hanno permesso il raggiungimento di questi risultati.

Vorrei rivolgere un sincero ringraziamento a tutte quelle persone che con la loro professionalità e passione hanno permesso alla società di ottenere questi riconoscimenti prestigiosi. La conferma sia del certificato Marchio di Qualità per il Settore Giovanile che della Scuola Federale di Pallavolo sono il frutto della dedizione verso le giovani atlete e la professionalità mostrata dai nostri tecnici e aggiungo anche dai dirigenti che le seguono quotidianamente”.