Vibo Valentia: fallita società di raccolta rifiuti, sequestrati beni

Ambiente: discarica sequestrata da Gdf, foto di fondo agricolo con auto di servizio della guardia di finanzaI finanzieri del Nucleo di polizia tributaria hanno condotto un’operazione per il sequestro di beni a imprese che operano nel settore della raccolta dei rifiuti nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica su reati in materia di bancarotta fraudolenta per il fallimento della societa’ mista pubblico-privata Proserpina, cui era affidata la raccolta dei rifiuti solidi urbani a Vibo Valentia. Il sequestro ha riguardato societa’ riconducibili ai soci privati della Proserpina, mentre la parte pubblica risulta parte offesa. Secondo l’accusa, i soci privati, che erano maggioranza in seno alla Proserpina, avrebbero sub-appaltato la raccolta a societa’ private a loro riconducibili. Quindi non avrebbero pagato per il servizio svolto e le societa’ si sono poi fatte assegnare i mezzi strumentali, quali autocompattatori, per un valore di circa 2,5 milioni che l’Ufficio per il commissario per l’emergenza ambientale della Calabria aveva assegnato alla Proserpina. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa del procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Mario Spagnuolo in programma alle 11.