Un’altra nave da crociere al Porto di Crotone: la Sea Clud II, un lussuoso veliero

1Un anno importante quello vissuto dalla Calabria per il settore della Crocieristica ed un anno importantissimo soprattutto per il Porto di Crotone. È arrivata oggi una nave speciale di particolare pregio, definito da molti un vero e proprio gioiello nautico. Crotone – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – continua ad essere al centro dell’attenzione per l’arrivo di navi da crociera e per l’impegno annesso della Regione Calabria . La “Sea Clud II”  é approdata al porto crotonese questa mattina alle 8,00, portando con se 90 ospiti alla ricerca di itinerari nuovi ed esclusivi nel Mediterraneo. Si tratta di un lussuoso veliero che si trasforma in nave da crociera a 5 stelle, per passeggeri che amano il confort dei moderni yacht, le tradizioni ma soprattutto lo charmedei leggendari velieri. Costruito nel 2001 ha un albero maestro di 58mt e 24 vele per un totale di 2.800mq di superficie. Sono 47 le cabine, per ospitare massimo 94 passeggeri e 58 uomini di equipaggio. I passeggeri scesi stamani sono Irlandesi, Inglesi e Sud africani. Il Veliero partito da Venezia proviene da una tappa ad Otranto e proseguirà il suo viaggio fino a Civitavecchia . “Le stime relative al turismo crocieristico in Calabria per il 2013 sono molto  positive – ha dichiarato la Vicepresidente della Regione Antonella Stasi – e mostrano una crescita sia del numero di crocieristi movimentati dai porti calabresi (circa 8000 passeggeri di cui la metà nel porto di Crotone), sia del numero di toccate-navi (15 attracchi) rispetto ai dati a consuntivo registrati nel 2012, che erano quasi inesistenti. Un settore creato ed implementato grazie alla volontà del Presidente Scopelliti, oltre che da un ottimo lavoro di squadra portato avanti dai referenti dei singoli porti edal dipartimento turismo. Oggi con soddisfazione possiamo affermare di essere riusciti ad inserire i porti della Calabria all’interno delle agende delle più importanti compagnie crocieristiche, migliorando l’immagine della nostra regione. E mentre tiriamo i primi bilanci per l’anno in corso già contiamo le conferme che stanno arrivano per il 2014. I territori interessati, come quello di Crotone, non potranno che tranne beneficio, ma é anche vero che in queste giornate la città deve essere pronta a cogliere le opportunità offerte da una strada ormai tracciata e che va perseguita, un progetto che va potenziato e migliorato. Bisogna avere fiducia, coraggio, determinazione. In un momento di crisi nazionale – ha concluso la Vicepresidente Stasi – se riusciamo ad essere capaci anche da settori impensabili, come il turismo crocieristico, si possono ricercare nuove occasioni di sviluppo e di lavoro”.

 1