Tragedia Lampedusa, D’Asero (Pdl): “Dobbiamo essere tutti solidali… istituzioni in testa!”

nino d'aseroL’Europa lascia sola l’Italia; l’Italia abbandona la Sicilia e la Regione siciliana lascia la patata bollente ai lampedusani e ai pescatori del sud est dell’Isola! Basta con questo gioco a nascondino e ognuno faccia la propria parte!” così il capogruppo del Pdl all’Ars, Nino D’Asero, dopo l’ennesima tragedia del mare che coinvolge quanti tentano di arrivare sulle nostre coste, fuggendo da guerre e carestie, affidandosi a sensali equivoci e a imbarcazioni vetuste e fatiscenti.
Dobbiamo intervenire immediatamente presso qualunque sede istituzionale – spiega D’Asero – e, per questo, presenterò oggi stesso un atto di indirizzo che impegni il governo di questa Regione a intervenire, innanzitutto affinché non si abbandonino a se stessi Lampedusa e i lampedusani, così come pescatori e abitanti in genere delle zone costiere ove i barconi della morte tentano l’attracco. Perché non si può vivere e sopravvivere soltanto grazie alla solidarietà di volontari: le istituzioni devono intervenire. E, a ciò – conclude – il nostro atto ispettivo all’Ars impegnerà anche il governo regionale a interpellare quello nazionale affinché si adoperi in proprio e anche, a sua volta, nei confronti della Eu: l’Europa non può guardare da un’altra parte mentre si consumano queste continue tragedie e fingere che il problema sia  soltanto di privati cittadini e appannaggio del loro senso della solidarietà”.