Sicilia: stop all’eolico, approvata mozione dall’Ars

eolicosalemiVia libera dall’Assemblea regionale siciliana alla mozione che prevede lo stop a nuovi impianti eolici nell’Isola. Il provvedimento, firmato da tutti i parlamentari democratici, e’ stato approvato ieri sera da Sala d’Ercole. Si chiude cosi’ un lungo braccio di ferro, che aveva visto contrapposti il capogruppo del Pd all’Ars, Antonello Cracolici, e l’assessore regionale all’Energia Nicolo’ Marino. “Il parlamento siciliano ha detto una parola chiara – ha detto Cracolici in Aula -. Adesso il governo non si limiti ad annunci di principio, ma faccia rispettare questa precisa indicazione all’amministrazione regionale. Bisogna dirlo chiaro e tondo – ha proseguito, rivolgendosi all’assessore Marino, presente in aula – gran parte degli impianti eolici installati in Sicilia non servono a produrre energia, ma a utilizzare i finanziamenti pubblici per la loro realizzazione. La nostra regione, infatti, produce oggi una quantita’ di energia superiore ai limiti consentiti, e la nostra rete non reggerebbe ulteriore immissione di energia: mi chiedo quindi perche’ autorizzare impianti eolici che stravolgono il paesaggio”. Secondo il parlamentare democratico “visti gli interessi che ruotano attorno all’affare dell’eolico il governo non puo’ permettersi tentennamenti. Per troppi anni in Sicilia ci sono stati affaristi e mafiosi che volevano controllare il business legato all’acqua ed ai rifiuti, basti pensare alla vicenda dei termovalorizzatori: non possiamo permettere – ha concluso in aula Cracoliciche tutto questo si ripeta con l’eolico”. L’assessore ha ribadito “l’impossibilita’ del Governo di porre un blocco alle autorizzazioni. Nel caso in cui la rete e’ satura – ha spiegato – si puo’ procedere ad una sospensione per otto mesi delle autorizzazioni, ma non ad un blocco“. L’Aula intanto ha votato all’unanimita’, con il parere favorevole del governo, l’emendamento presentato dal presidente della commissione Antimafia, Nello Musumeci, che prevede la trasmissione alle Procure della Repubblica e agli organi giudiziari competenti dell’Isola degli atti istruttori delle autorizzazioni concesse negli ultimi anni dalla Regione per la realizzazione di Parchi eolici. L’obiettivo come ha spiegato in Aula lo stesso Musumeci e’ “fare chiarezza su eventuali patti tra i poteri imprenditoriali, mafiosi, politica e burocrazia che si sarebbero determinati in Sicilia all’ombra della energia eolica“.